menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assistenza domiciliare per gli anziani sospesa, l'appello: "Garantire servizio"

Dallo scorso 15 luglio il Sad è stato interrotto a causa della mancanza di risorse. Spi Cgil, Fnp Cisl e Uil pensionati chiedono un incontro all'assessore Mattina: "Non si possono abbandonare gli anziani di questa città”

Un incontro urgente per discutere della sospensione del Sad, servizio di assistenza domiciliare del Comune di Palermo, interrotto lo scorso 15 luglio. A chiederlo in una lettera rivolta all’assessore comunale ai Servizi sociali Giuseppe Mattina, sono i sindacati dei pensionati, Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilpensionati di Palermo.

“Abbiamo appreso dello stop - scrivono i segretari Concetta Balistreri, Mimmo Di Matteo e Alberto Magro - a causa della mancanza di risorse. Nelle dichiarazioni rilasciate dall’assessore Mattina si evidenzia che il servizio non è elencato fra quelli obbligatori. Riteniamo, invece, che il Sad sia fondamentale per tanti anziani e che debba essere garantito per sostenerli nei tanti momenti di difficoltà provvisorie, loro e delle loro famiglie, per migliorare stati di disagio prolungato e soprattutto, perché risulta una valida alternativa ai ricoveri. Non si possono abbandonare gli anziani di questa città”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento