Cronaca

“Due sorelle violentate per 10 anni” Arrestati padre e amico di famiglia

Avrebbero abusato delle ragazze, che oggi hanno 20 e 23 anni, sin da quando erano bambine protetti anche dal muro di omertà della famiglia. L'indagine è partita dopo la denuncia di una zia

Violenza sulle donne

Sarebbero state violentate per dieci anni. Due giovani sorelle di 20 e 23 anni hanno denunciato il padre e un amico di famiglia, due uomini di 46 e 55 anni. Agenti della polizia di stato della sezione “reati sessuali ed in danno di minori” della squadra mobile hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare  in carcere nei confronti dei due presunti violentatori con l’accusa di violenze ed abusi sessuali.

I provvedimenti restrittivi sono stati disposti dal Gip del tribunale di Termini Imerese, Angela Lo Piparo su richiesta del pm Francesco Gualtieri. Il passaggio dalla pubertà all’adolescenza delle due vittime è stato quindi drammaticamente segnato dalle morbose attenzioni dei due uomini che, seppur separatamente e con diverse modalità hanno abusato delle due ragazze, sin da quando erano bambine. L’intimità delle due, ripetutamente violata nel corso degli anni, è stata insidiata sino a pochi mesi fa. Fin quando le due sorelle hanno finalmente trovato il coraggio di abbandonare il domicilio paterno. Decisiva in tal senso l’azione persuasoria di una parente che, unica voce dissonante dall’omertoso contesto familiare, ha voluto sottrarre le due sorelle dalla soggezione psicologica esercitata dal genitore.

L’indagine, condotta congiuntamente dagli agenti della IV sezione della squadra mobile di Palermo e dagli agenti del commissariato di polizia di Termini Imerese, ha preso spunto proprio dalla denuncia presentata dalla parente delle due ragazze. La donna ha raccontato di essere stata minacciata dal cognato, indispettito dai suoi reiterati inviti rivolti alle nipoti affinché si allontanassero dalla casa paterna. La denuncia ha segnato la prima crepa sul muro di paura e reticenze che avevano lasciato agire indisturbati i due uomini nel corso degli anni.

Le audizioni delle donne hanno fatto emergere un vissuto familiare drammaticamente segnato da abusi sessuali compiuti dal padre in ambienti domestici e dall’amico del padre in luoghi campestri e rurali. I racconti delle due donne hanno, inoltre, evidenziato come il lungo protrarsi degli abusi avesse ingenerato nell’“amico di famiglia” la patologica convinzione di un diritto di “possesso” di una delle due abusate. Questa oppressiva presenza aveva ingenerato, almeno in una delle due vittime, una confusione in ordine alla incombente presenza dell’uomo, percepito come “orco” ma tollerato appunto come “amico di famiglia”. I due uomini sono stati portati in carcere.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Due sorelle violentate per 10 anni” Arrestati padre e amico di famiglia

PalermoToday è in caricamento