Evento di solidarietà per le sorelle Pilliu, c'è anche Orlando: "Stato dia segnale concreto di vicinanza"

Il sindaco ha consegnato a Maria Rosa e Savina la lettera che ha inviato al Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso

Leoluca Orlando nell'enoteca delle sorelle Pilliu

Anche il sindaco Orlando e il vicesindaco Giambrone hanno partecipato all'evento di solidarietà organizzato ieri sera nell'enoteca gestita dalle sorelle Pilliu in via  del Bersagliere, a pochi passi dal famoso palazzo di piazza Leoni dove a lungo hanno trovato una base e un nascondiglio i più pericolosi boss. Le due donne hanno coraggiosamente combattuto una battaglia trentennale contro l'imprenditore palermitano che lo ha costruito Pietro Lo Sicco denunciando i soprusi subiti. "A causa di tale lungo impegno - scrive il primo cittadino in una lettera inviato al Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso - hanno perso la propria abitazione (gravemente danneggiata dai lavori di realizzazione dell'edificio abusivo) ed hanno subito diversi tentativi di intimidazione".

Il primo cittadino invita quindi il Commissario a dare un segnale concreto di solidarietà e vicinanza dello Stato "a due donne che da semplici cittadine con fermezza e dignità hanno portato avanti la propria battaglia contro la criminalità e per il riconoscimento dei propri diritti": "Secondo quanto riportato dalla stampa - continua Orlando - il comitato di cui lei è Commissario avrebbe respinto una richiesta presentata dalle due sorelle circa l'accesso ai benefici di legge per le vittime di mafia, nonostante diverse sentenze riconoscano l'inequivocabile connessione tra l'appartenenza mafiosa di Lo Sicco e i danni subiti dalle signore Pilliu e nonostante un parere favorevole della locale Prefettura. Non posso non chiedere al Comitato - conclude il sindaco - di riconsiderare una posizione che possa facilmente dare alle signore Pilliu un giusto sostegno e un doveroso riconoscimento di vicinanza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

Torna su
PalermoToday è in caricamento