Soprintendenza del mare affidata a Valeria Li Vigni, proseguirà il lavoro del marito Sebastiano Tusa

Attualmente alla guida di Palazzo Riso, lascerà l'incarico per approdare alla realtà creata dall'ex assessore regionale scomparso a marzo nell'incidente aereo in Etiopia

Valeria Li Vigni e Sebastiano Tusa

Cambio alla Soprintendenza del mare: a guidare la “creatura” di Sebastiano Tusa, l’assessore regionale scomparso a marzo nell'incidente aereo in Etiopia, sarà la moglie Valeria Li Vigni. Attualmente alla guida di Palazzo Riso, lascerà l'incarico all’ex direttore del museo Pepoli di Trapani, Luigi Biondo, per approdare alla realtà creata dal marito. Il decreto di nomina è stato firmato venerdì e sarà effttivo dal primo settembre.

Si tratta solo di uno dei cambiamenti fatti dalla Regione nel settore Beni culturali. Due incarichi riguardano ex direttori di parchi archeologici: l’ex numero uno della Valle dei Templi Giuseppe Parello guiderà l’ufficio dell’assessorato che coordina tutti i parchi, mentre l’ex direttrice dell’area archeologica di Taormina Vera Greco andrà alla pianificazione paesaggistica.

Nuovi incarichi anche per Andrea Mangione (coordinamento dei siti Unesco), Rosaria Gullotta (Programmazione), Alessandra De Caro (Valorizzazione del patrimonio culturale sommerso), Ignazio Romeo (agli Affari generali della soprintendenza di Palermo), Gaspare Romeo (Sicurezza), Piero Gurgone (Beni paesaggistici della soprintendenza di Enna), Giuseppe Avenia (Affari generali della soprintendenza di Agrigento), Antonio Mamo (Affari generali della soprintendenza di Siracusa), Alessandra Ministeri (Beni architettonici della soprintendenza di Siracusa), Ferdinando Maurici (Ricerca alla soprintendenza del mare), Maria Gugliotta (Affari generali alla biblioteca Bombace), Giuseppe Sepe (Affari generali della Valle dei Templi di Agrigento), Filippo Spagnolo (Affari generali del parco archeologico di Gela), Stefano Vassallo (Affari generali del museo Salinas), Angelo D’Urso (Affari generali del parco di Siracusa).

Indicati anche i commissari per l’istituto Vino-Olio e per lo Zooprofilattico. Nel primo caso la scelta è caduta su una fedelissima dell’assessore all’Agricoltura Edy Bandiera, la componente dell’ufficio di gabinetto e portavoce Alessia Davì. Nel secondo su un dirigente di lungo corso dell’assessorato regionale all’Agricoltura, Giovanni Sutera.

Potrebbe interessarti

  • Pesciolini d'argento, piccoli ma così fastidiosi: come eliminarli dalle case palermitane

  • Al sole sì ma con il filtro giusto, cosa non deve (mai) contenere una crema solare

  • Che rumori, questa casa non è un inferno: come insonorizzare un'abitazione a Palermo

  • Addio pelle secca, cosa fare (e non) per scongiurarla anche con prodotti naturali

I più letti della settimana

  • Incidente in corso dei Mille, scontro fra un'auto e uno scooter: morto un giovane

  • Lo Stato vende 30 immobili in Sicilia, quattro le occasioni a Palermo e provincia  

  • Sferracavallo, stuprata mentre aspetta il treno per l'aeroporto: fermato diciannovenne

  • L'incidente di corso dei Mille, muore in ospedale anche il cugino di Montesano

  • Via Roma, mostra il dito medio alla polizia: arrestato dopo un parapiglia

  • Incidente sulla Palermo-Catania, si ribaltano due mezzi: una ferita

Torna su
PalermoToday è in caricamento