rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Cronaca

Sociale, al via a un progetto di recupero nelle carceri e nelle case famiglia del Movimento per la Gentilezza

La presentazione il 2 marzo prossimo, alle 21, nel Teatro Atlante alla presenza del magistrato Russo, della giudice Gagliardotto, e della presidente del movimento Natalia Re

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Infondere la cultura della gentilezza tra i detenuti e i ragazzi della case famiglia che hanno avuto traumi infantili e subito violenze attraverso incontri con operatori esperti del settore. E' l'obiettivo del progetto promosso da Natalia Re, presidente Nazionale del “Movimento Italiano per la Gentilezza”, nato a Parma nel 2001 sulla scia del World Kindness Movement di Tokyo. Il progetto sarà presentato il prossimo 2 marzo, alle 21, a Palermo, nel teatro Atlante (via Vetreria 23), nel corso di una manifestazione in cui verrà illustrata anche la campagna #abbiamobisognodiriconoscimento per sensibilizzare sull'importanza dei valori del merito, delle qualità e delle attitudini delle persone in tutte le loro peculiarità, alla presenza, tra gli altri, della giudice Vincenza Gagliardotto, del magistrato Massimo Russo, del vicepresidente del Movimento, Marcello Vitaliti e del consigliere Salvo Cocina.

Il progetto contiene cinque Linee Direttive all’interno del Programma “Il Valore della Gentilezza”, che si inspira al Global Goal 11 di Agenda 2030: Sanità, Giustizia, Urbanità Sostenibile, Educazione e Uguaglianza Globale. "La mission primaria - spiega Natalia Re- è quella di far interiorizzare e comprendere quanto l’attuare comportamenti gentili possa produrre una riduzione della spesa pubblica, aumentando il PIL nazionale. Grande attenzione è rivolta al tema della giustizia, in ogni suo assetto. Si intraprenderanno, da subito, incontri nelle carceri, sia minorili sia adulti. La convivenza civile, i processi democratici e il rispetto delle regole, se trasmessi attraverso un linguaggio gentile possono contribuire notevolmente a un cambiamento migliore della società. Il Movimento promuove e diffonde l’arte in tutte le sue espressioni: letteratura, coreutica, performance teatrali, pubblicazioni editoriali, e quant’altro possa condurre alla bellezza dell’anima e dell’intelletto.

E' in via di progettazione un testo che racchiuda l’analisi dei reati di natura penale, dunque contro la persona, con uno studio che evidenzi, grazie ai report di tre Corti di Appello (Palermo, Napoli e Milano) quelli in cui si evidenzia un potenziale intervento "contenitivo" grazie all' utilizzo di comportamenti gentili. Molte fattispecie di reati e contenziosi in vari ambiti potrebbero diminuire. Vedi in Sanità (pronto soccorso), amministrativi (contenzioni condominiale) e soprattutto penali, sui reati contro la persona". La serata si aprirà con la performance musicale 'In Ascolto", che vedrà protagonisti Preziosa Salatino (voce); Benedetto Basile (fiati) e Soad Ibrahim (danza).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sociale, al via a un progetto di recupero nelle carceri e nelle case famiglia del Movimento per la Gentilezza

PalermoToday è in caricamento