Cronaca Porticello

Malore in barca, si tuffano con un salvagente per raggiungere la costa: due giovani soccorsi

Gli uomini della guardia costiera stavano perlustrando la zona di Santa Flavia quando si sono accorti della presenza di due ragazzi in difficoltà in acqua. Così li hanno tratti in salvo e trasportati al porto

Un'imbarcazione della guardia costiera di Porticello

Era uscita in barca con amici e poco dopo si è sentita male. Così ha pensato di gettarsi in acqua, in compagnia di un ragazzo e con un salvagente, per cercare (senza successo) di raggiungere a nuoto la spiaggia. Gli uomini della guardia costiera di Santa Flavia, supportati da una motovedetta dei carabinieri, hanno soccorso due giovani bagnanti in difficoltà recuperandoli a un miglio dalla costa, in località Kafara.

E’ successo ieri intorno alle 16,30, mentre gli uomini della guardia costiera stavano effettuando alcuni controlli lungo il litorale. Stavano solcando il mare a bordo dell’imbarcazione GC358 quando si sono accorti della presenza di due giovani. Così li hanno raggiunti immediatamente, li hanno portati prima in salvo e poi al porto di Porticello. Una volta sbarcati non è stato necessario l’intervento di un’ambulanza del 118.

Il personale della Guardia costiera di Santa Flavia, guidato dal tenente di vascello Giulia Tassone, ha ricostruito l’accaduto. La ragazza, di appena 15 anni, aveva iniziato a soffrire il mal di mare a causa del rollio dell’imbarcazione. Così ha pensato, in compagnia di un amico, di gettarsi in acqua con un salvagente e nuotare fino a riva. "Non si deve mai lasciare l’unità ma effettuare una chiamata al numero 15.30 per essere soccorsi in maniera idonea". Le operazioni di assistenza, sono state coordinate dalla sala operativa della capitaneria di porto di Palermo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore in barca, si tuffano con un salvagente per raggiungere la costa: due giovani soccorsi

PalermoToday è in caricamento