Cronaca

Gli sms a "Quelli che il calcio", così i parenti comunicavano con Nicchi

Sia la compagna che il cognato dell'aspirante boss mafioso inviavano messaggi alla trasmissione per farli leggere al familiare in sovrimpressione in tv

gianni-nicchi"Ciao Gianni amore mio anche se ti trovi all'Aquila per me sei sempre qui con me ti amo baci  Rossana" oppure "Amore ti amo il tuo Luigi x sempre. Parrino tvtb forza Palermo". sono gli sms che la compagna e il cognato di Gianni Nicchi inviavano alla trasmissione "Quelli che il calcio" per comunicare con l'aspirante boss mafioso, in carcere dal 5 dicembre 2009.

Nicchi è tra i 37 uomini colpiti all'alba di oggi dal provvedimento di arresto,  accusati di associazione mafiosa finalizzata alle estorsioni, alle rapine e al traffico di droga. Con lui Michele Armanno, Maurizio Lareddola, Giovanni Adamo, Vincenzo Annatelli, Francesco Paolo Barone, Giuseppe Bellino, Antonino e Michele Bertolino, Giovanni Castello, Alessandro Costa, Salvatore D'Ambrogio, Vincenzo Di Gaetano, Luigi Giardina, Giuseppe La Mattina, Alessandro Longo, Gioacchino Martorana, Salvatore Mirino, Mariano e Giuseppe Orofino, Alessandro Sansone, Raffaele Sasso. Giampiero Scozzari, Paolo Suleman, Giovanni Tarantino, Marcello Viviano, Giuseppe Zizo.

Gli sms. Sono le 14.42 del 21 marzo 2010, quando Rossella Addotto, compagna di Gianni Nicchi, fa partire un messaggio inviandolo al 48402, il numero che riceve gli sms e li manda in sovrimpressione, durante "Quelli che il calcio", la trasmissione domenicale condotta da Simona Ventura. "Ciao Gianni amore mio anche se ti trovi all'Aquila per me sei sempre qui con me ti amo baci Rossana". A scoprire il particolare metodo per comunicare sono stati i carabinieri del reparto operativo di Palermo.

Le istruzioni. È lo stesso Nicchi a consigliare ai parenti l'invio di sms a "Quelli che il calcio". Il 16 marzo 2010, gli investigatori intercettano un colloquio nel carcere dell'Aquila, tra Rossella Addotto e l'aspirante boss di Cosa nostra. Nicchi le chiede se la domenica segue la trasmissione "quella del pallone" e precisa "io me lo guardo… che sotto arrivano i cosi…". Ovvero gli sms. la Addotto dice «…vero?...Ora che lo so..."

L'invio dei messaggi. Alle 14.42 del 21 marzo 2010, dal telefono del padre della ragazza, Gaetano Addotto, parte un sms al 48402. Alle 14.43 la stessa utenza riceve una risposta del Centro servizi ricezione sms di "Quelli che il calcio": 'Quelli che - Grazie per il tuo Sms. Andrà in TV se interessante.Ti ricordiamo che dal 30/4 il servizio sarà disponibile al 4770771'. Gli inquirenti dunque, non sanno se alla fine l'sms è stato letto da Nicchi in carcere. Alle ore 14.47, un altro messaggio inviato dalla donna utilizzando ancora l'utenza cellulare del padre Gaetano: 'Ciao papà Gianni ti mandiamo un bacione grande tuo figlio Luigi e Fernanda sei tutti noi'.

Il cognato di Nicchi. Altri sms sono stati inviati dall'utenza telefonica in uso a Luigi Giardina, fidanzato della sorella di Nicchi, quando però il rampante boss era ancora latitante. Il 20 gennaio 2008, alle ore 15.23, mentre si registra l'invio di un sms al solito 48402: 'Amore ti amo il tuo Luigi x sempre. Parrino tvtb forza Palermo'. Così anche il 10 febbraio 2008, alle ore 15.11: 'Amore ti amo x sempre il tuo Luigi ciao parrino tvtb forza Palermo'. Secondo i pm "è assolutamente ragionevole pensare  che gli sms fossero in realtà inviati all'allora latitante Nicchi dallo stesso Giardina".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli sms a "Quelli che il calcio", così i parenti comunicavano con Nicchi

PalermoToday è in caricamento