“Smaltimento illegale di rifiuti”, tre arresti a Falsomiele

I carabinieri hanno notato all'interno di un terreno agricolo in via V53 un autocarro occultato tra gli alberi e hanno sorpreso 3 uomini mentre separavano del materiale elettrico. FOTO ALL'INTERNO

L'autocarro nascosto tra gli alberi a Falsomiele

Con l'accusa di violazione delle misure straordinarie per fronteggiare l'emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti i carabinieri hanno arrestato tre uomini: G.P., 32 anni; E.P. di 21 anni e D.L. di 40 anni. I militari, durante un servizio di controllo del territorio, mentre transitavano in V53, a Falsomiele, hanno notato all'interno di un terreno agricolo un autocarro occultato tra gli alberi di un frutteto.

Insospettiti della situazione i carabinieri hanno raggiunto il mezzo e sorpreso i tre uomini mentre erano intenti a separare materiale elettrico per alta tensione, probabilmente oggetto di furto. Immediatamente bloccati i tre sono stati tratti in arresto e sottoposti a rito direttissimo al termine del quale gli arresti sono stati convalidati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

D.L.-2  E.P.-2  G.P.-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

Torna su
PalermoToday è in caricamento