Cronaca

Trema il popolo dei call center, Sky Italia prepara i bagagli e saluta Almaviva

La comunicazione ufficiale è arrivata ieri a tutte le sigle sindacali. Preoccupazione fra gli oltre 200 lavoratori palermitani che in estate, a partire dal 30 giugno, rischiano di restare a spasso

La sede Almaviva di via Cordova

Sky Italia fissa una deadline che rischia di coincidere con il “funerale” occupazionale di oltre 200 operatori call center. Ieri la società ha inviato una lettera a tutti i sindacati nazionali, le segreteria provincia e alla stessa Almaviva Contact spa per ricordare che il prossimo 30 giugno scadrà il contratto d’appalto per i servizi operati dalle sedi di Palermo e Milano "per l’attività di gestione delle segnalazioni - si legge - di cui al cluster amministrativo per i clienti di Sky satellitare".

Una vera doccia fredda per il popolo dei call center arrivata con una lettera che inizia così: "Nel rispetto della chiarezza che contraddistingue le reciproche relazioni, con la presente - ancorché a ciò non tenuti ma ove occorrer possa anche ai sensi e per gli effetti delle nome ei legge e di quelle di cui al Ccnl telecomunicazioni in materia d’appalti - siamo ad informarvi che a far tempo dal prossimo 30 giugno scadrà il contratto di appalto intercorrente".

Come sottoscritto nella missiva "in coerenza con le scelte aziendali e di business operate da Sky Italia Network Service nell’ambito dell’esercizio della proprie prerogative, al termine del contratto non si verificherà nessun subentro nell’appalto giacché questo verrà cessato unitamente alle attività in esso rese. Diverse e nuove attività, aventi ad oggetto differenti servizi, verranno eseguite da altri fornitori nelle loro sedi nell’ambito di un diverso contesto contrattuale e, quindi, di differenti appalti di servizi". 

Alla base di questa decisione ci sarebbe quindi la volontà per l’azienda di spostarsi all’estero per la gestione di questi servizi, laddove il costo del lavoro è più basso rispetto all’Italia. Adesso tremano oltre 200 dipendenti impegnati nella gestione dell’appalto, con il rischio che anche altri committenti possano seguire Sky Italia, la cui scelta era già nell’aria, e svincolarsi gradualmente da Almaviva Contact.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trema il popolo dei call center, Sky Italia prepara i bagagli e saluta Almaviva

PalermoToday è in caricamento