I sindaci di Terrasini e Cinisi si rivolgono anche a Mattarella: "Recuperare la Nuova Iside"

L'appello per tirare fuori dal mare di San Vito Lo Capo il relitto è stato inviato anche al presidente del Consiglio e al ministro della Difesa: "Nel peschereccio potrebbe esserci il corpo di Vito Lo Iacono". Nel documento si suggerisce l'utilizzo del cacciamine Numana. Sit in dei parenti a Roma, davanti alla Camera

Il peschereccio Nuova Iside

Recuperare il relitto della Nuova Iside, il peschereccio che si è inabissato nel mare di San Vito Lo Capo il 13 maggio e nel quale potrebbe esserci ancora il corpo del comandante Vito Lo Iacono, 27 anni. A chiederlo sono i sindaci dei Comuni di Terrasini e Cinisi, Giosuè Maniaci e Gianni Palazzolo, che con una lettera si sono rivolti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, al capo dello Stato maggiore della marina militare, l'ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, e al procuratore aggiunto Ennio Petrigni e al sostituto Vincenzo Amico, che coordinano l'inchiesta sul caso.

L'ipotesi della magistratura è che l'imbarcazione (sulla quale hanno perso la vita anche Matteo e Giuseppe Lo Iacono) si sia scontrata con la petroliera Vulcanello o che comunque sia stata ribaltata dall'onda determinata dal passaggio di questa seconda nave. Sono quattro gli indagati: il comandante della petroliera, l'armatore della società Augustadue e due ufficiali di plancia.

Nel documento, i due sindaci ringraziano gli inquirenti per il lavoro svolto finora e chiedono il recupero della Nuova Iside anche perché "può certamente contribuire a definire il quadro probatorio in merito all'ipotesi di collisione/speronamento". Inoltre si suggerisce la possibilità di utilizzare il cacciamine Numana della marina militare per le operazioni. Oggi, inoltre, i parenti delle vittime faranno un sit in davanti alla Camera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento