Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Nei bagagli 440 stecche di sigarette di contrabbando: arrestati al porto di Termini

La finanza ha controllato un'auto e all'interno ha trovato la "sorpresa": a finire in manette sono stati due giovani, un palermitano e un tunisino. Trasportavano 100 chili di tabacchi lavorati all'estero, sprovvisti dei contrassegni dei Monopoli di Stato

Le sigarette sequestrate

Sembrava un controllo normale, all'uscita del porto. E invece quell'auto apparentemente "tranquilla" nascondeva  440 stecche di sigarette di contrabbando, ben camuffare all'interno di alcune valigie. La guardia di finanza ha arrestato due persone, un palermitano di 34 anni ed un tunisino di 30, con l'accusa di contrabbando di sigarette. I due sono stati fermati per un ordinario controllo all'uscita del porto di Termini Imerese, dove il palermitano si era recato a prelevare il tunisino, sbarcato dalla nave proveniente da Civitavecchia con i bagagli al seguito.

All'interno di questi, le Fiamme Gialle hanno rinvenuto e sequestrato poco meno di 440 stecche di sigarette di provenienza estera (di marca Oris ed Elegance), per un totale di 100 chili di tabacchi lavorati esteri, sprovvisti dei contrassegni dei Monopoli di Stato.

Da inizio anno sono stati denunciati 64 cittadini tunisini residenti nell'Isola, perché trovati in possesso, nel complesso, di 610 kg di sigarette di contrabbando. Più del doppio rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Diversi i sistemi di occultamento attuati dai contrabbandieri; i finanzieri hanno infatti rinvenuto stecche di sigarette non solo all'interno dei bagagli al seguito, ma anche ben nascoste dentro le autovetture all'interno dei cruscotti, dei pannelli dei portelloni posteriori, delle ruote di scorta e di quelle marcianti, dei serbatoi di carburante, delle imbottiture dei sedili, del vano motore e addirittura all'interno di zucche rosse appositamente svuotate e riempite di tabacchi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nei bagagli 440 stecche di sigarette di contrabbando: arrestati al porto di Termini

PalermoToday è in caricamento