Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Le sigarette arrivano dall'Oriente: spopola il contrabbando cinese

L’ultima frontiera del mercato clandestino: porta a porta per la vendita di sigarette estere. Un altro schiaffo al "giro legale". La Federazione Tabacchi registra nella provincia di Palermo un calo di consumi intorno al 20%

Porta a porta per la vendita di sigarette estere. E’ questa l’ultima frontiera del contrabbando secondo la Federazione Tabacchi che attesta nella provincia di Palermo un calo di consumi intorno al 20%. “C’è un calo su tutte le rivendite dei tabacchi – ha dichiarato Lillj Mancino, presidente provinciale della Federazione Tabacchi -. Tra contrabbando e sigarette elettroniche abbiamo perso il 20% solo quest’anno. Chiaramente in questi numeri rientrano anche coloro che non possono più “permettersi” di fumare o che fumano meno. Non era andata bene neanche l’anno scorso quando il calo si aggirava intorno alla media del 10%”.

Ma ciò che fa più paura ai tabaccai è il contrabbando cinese: “Si tratta di un fenomeno recente – spiega Mancino -. Alcuni cinesi hanno messo in atto un vero e proprio porta a porta del contrabbando, vendendo di ufficio in ufficio stecche di sigarette di marche orientali a un prezzo ribassato anche del 50%”. In media una stecca di sigarette costa, infatti, intorno ai 45 euro, quelle di contrabbando cinesi intorno ai 20 euro. Un danno erariale di non poco conto ma anche un rischio più importante per la salute: “Questo genere di tabacchi – dice Mancino – sono parecchio pericolosi in quanto non sottoposti ad alcun tipo di controllo”.

E’ accertato, inoltre, l’aumento del fenomeno del contrabbando di sigarette provenienti dalla Tunisia. Secondo alcuni dati forniti dalla Guardia di Finanza il numero degli interventi di sequestri di sigarette di contrabbando fino a luglio 2013 ha già superato il totale di quelli effettuati nel 2012. Sono, infatti, 133 contro 129 i blitz delle fiamme gialle messi a segno soprattutto al Porto di Palermo. Anche il numero dei verbalizzati ha superato il totale del 2012 (135 nel 2013 contro i 125 del 2012). Dagli uffici delle Fiamme gialle precisano che quest’ultimo è un valore più che triplicato rispetto al 2011 e superiore di 10 a quello del 2010.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le sigarette arrivano dall'Oriente: spopola il contrabbando cinese

PalermoToday è in caricamento