Finanza trova 17 mila stecche di sigarette di contrabbando: arrestato palermitano

Sequestrate tre tonnellate di "bionde" che avrebbero fruttato circa 600 mila euro. L'operazione è stata messa a segno nei pressi di Bergamo

L'operazione della Finanza

Oltre tre tonnellate di sigarette di contrabbando sequestrati e un palermitano arrestato (insieme a un complice albanese). E' il bilancio di un'operazione messa a segno dai finanzieri bergamaschi. Decisiva un'intuizione delle fiamme gialle che avevano semplicemente notato un tir imboccare una strada senza uscita nell’area industriale di Stezzano, paesino alle porte di Bergamo. E hanno voluto vederci chiaro. Insospettiti dai movimenti del tir e notando che nel frattempo due uomini stavano iniziando a caricare sul mezzo diverse casse piene di merce, i militari hanno deciso di accedere all’interno dell’area.

Alla vista dei finanzieri, uno dei due ha tentato di darsi alla fuga, ma è stato prontamente raggiunto e catturato. Chiamati i rinforzi, sono iniziate le operazione di perquisizione del tir dove parte del carico illecito era già stato stipato dietro casse di bottiglie di vetro vuote, all’interno di cartoni privi di indicazione, contenenti stecche di sigarette risultate senza il contrassegno di Stato. La successiva ispezione del capannone ha consentito di scovare altri 12 bancali con 336 cartoni, dove erano nascoste sigarette di contrabbando, già imballati in modo che, in caso di ispezione, fossero visibili solo le bottiglie, ossia il carico di copertura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Complessivamente sono state sequestrate 16 mila e 800 stecche di sigarette di marca Chesterlfield, Fast e Mark, per un peso complessivo di oltre 3 tonnellate che avrebbero fruttato se vendute di contrabbando (secondo le stime dei carabinieri) circa 600 mila euro. Il palermitano, con diversi precedenti, e l'albanese sono stati tratti in arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento