menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le sigarette sequestrate

Le sigarette sequestrate

In auto con 100 chili di sigarette di contrabbando: arrestato 30enne

L'uomo, si tratta di un palermitano, è stato fermato per un controllo dalla guardia di finanza. Inutile il tentativo di fuga. E' finito in manette e portato in carcere a Termini Imerese

Cento chili di sigarette di contrabbando sequestrati, un palermitano di 30 anni arrestato. E' il bilancio dell'operazione messa a segno dalla guardia di finanza di Termini Imerese. Le Fiamme Gialle hanno individuato l’auto guidata dall'uomo (G.P. le sue iniziali) diretta verso Palermo. Il trentenne, appena ha notato la pattuglia, improvvisamente ha accelerato effettuando improvvisi cambi di direzione per cercare di distanziare i militari. I finanzieri sono poi riusciti a fermarlo.

Il blitz nell'auto del trafficante di bionde | Video

"Il conseguente controllo all'interno dell'auto - dicono dalla guardia di finanza - ha consentito il rinvenimento di 500 stecche di sigarette (marca Regina American Blend), nascoste da un telone nero. Le sigarette erano prive del contrassegno di Stato e tutte con indicazioni in lingua inglese".  Al termine delle ispezioni l’uomo è stato tratto in arresto per il reato di contrabbando di tabacchi lavorati esteri e portato in carcere a Termini Imerese per essere messo a disposizione della Procura della Repubblica.

"I tabacchi di contrabbando posti sotto sequestro - aggiungono dalla guardia di finanza - rientrano nella categoria delle cosidette 'cheap white', sigarette originali con marchi registrati nei rispettivi paesi di produzione ma che non potrebbero essere vendute in Italia o all’interno dei Paesi dell’Unione Europea, in quanto non conformi agli standard minimi di sicurezza previsti dalla normativa comunitaria. L’azione di prevenzione e contrasto al contrabbando viene svolta costantemente dalla guardia di finanza per tutelare la salute dei consumatori nonché, le entrate del bilancio dello Stato".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento