Cronaca

Morti bianche, Palermo è in ottava posizione nella triste classifica

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Palermo è in ottava posizione nella triste classifica delle città italiane per morti bianche cioè morti avvenute sul luogo di lavoro e dovute alla scarsa attenzione alla sicurezza. Questo è riconducibile alla mancata osservazione del decreto legge 81 entrato in vigore il 15 maggio 2008.

Dietro il testo legislativo vi è una fondamentale distinzione da affrontare, quella relativa ai pericoli e ai rischi che si possono venire a creare sul posto di lavoro; il pericolo è inteso come la possibilità di una situazione avente il potenziale di causare un danno, mentre per rischio si intende la probabilità che qualcosa di dannoso possa accadere sul posto di lavoro.

Il perché sia importante la sicurezza sul lavoro è presto spiegata, dietro a un discorso di leggi e documenti è importante che la società in questione faccia della prevenzione e del calcolo del rischio il loro punto fondamentale. La miglior cosa possibile sul posto di lavoro è scoprire il possibile rischio ed eliminarlo il prima possibile, se siamo in un cantiere dobbiamo fare una disamina di tutti quei ponteggi che non possono garantire il cento per cento della loro stabilità ed efficacia e provvedere a sostituirli con altri più affidabili il prima possibile.

Ma oltre che per un discorso di sicurezza del personale e del luogo sul lavoro è importante la sicurezza sul lavoro anche per una questione di portafogli del datore di lavoro e/o delle persone addette alla sicurezza all'interno della azienda. Infatti qualora tutto il posto di lavoro non è in sicurezza in caso di ispezioni degli organi competenti si può ricorrere in sanzioni penali e amministrative con il rischio anche di dover poi chiudere l'azienda.

Ma come si gestisce all'interno di una azienda un nodo cosi spinoso e complicato come quello della sicurezza? In ogni azienda ci deve essere da decreto legge una persona incaricata dal datore di lavoro che si occupa della questione, la sua funzione principale e quella di calcolare i rischi per l'azienda qualora non fosse in sicurezza. Eliminarli e cercando di valorizzare l'azienda e nello stesso momento deve funzionare da collante tra il profitto dell'azienda e la tutela dei lavoratori che non vuol dire solo occuparsi dei rischi a livello fisico sul posto di lavoro ma anche di tutte le questioni burocratiche e secondarie. Queste piccole accortezze preventive possono solo che migliorare la situazione sul posto di lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti bianche, Palermo è in ottava posizione nella triste classifica

PalermoToday è in caricamento