Carini, il consigliere comunale Gallina: "Tutelare la sicurezza di lavoratori ed ex Pip"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Oggi l’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro ha emanato una disposizione specifica indirizzata agli enti utilizzatori del personale bacino ex Pip avente per oggetto misure precauzionali da adottare al fine di evitare contagi da Coronavirus. Si richiedono interventi straordinari per la pulizia e disinfezione dei locali da parte di ditte specializzate, pulizia ordinaria dei locali, misure di igiene negli ambienti di lavoro. Inoltre la soluzione più opportuna (al quale il governo sta lavorando tra l'altro) è far lavorare i propri dipendenti pubblici tutti in smart working tranne che per le attività indispensabili".

A parlare è il consigliere comunale di Carini, Giovanni Gallina, secondo cui "con una sorta di rivoluzione telematica, si può far diventare lo smart working la regola e l'attività tradizionale in presenza l'eccezione. Qualora - conclude Gallina - l'ente non rispetti le disposizioni dovrà dismettere dal lavoro i propri dipendenti e gli ex Pip, possibilità questa già verificata oggi in diversi enti". 

Torna su
PalermoToday è in caricamento