Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Bloccati da 2 mesi in Tunisia, siciliani sbarcano al porto: ora la quarantena

Vengono da ogni parte dell'Isola (ma non solo) e dopo il lockdown sono stati costretti a restare dove si trovavano, chi a Tunisi, chi ad Hammamet. Il signor Pietro, settantenne di San Vito, è il primo a scendere: "A bordo misurata la temperatura, come un ospedale". La signora Maria Rosa di Piazza Armerina: "Tre voli cancellati, ora finalmente a casa"

 

Si conclude il rimpatrio organizzato dall’Ambasciata italiana a Tunisi con il coordinamento della Prefettura: è attraccata al porto di Palermo, nella mattinata odierna, la nave “Gnv Atlas”, battente bandiera italiana, partita da Tunisi con a bordo 91 passeggeri di nazionalità italo-tunisina, autorizzati al rientro in Italia, per motivi di assoluta necessità ed urgenza.

La Prefettura di Palermo,  in stretta sinergia con l’Ambasciata italiana di Tunisi e con le Autorità regionali, ha provveduto al coordinamento delle diverse fasi dell’operazione, sulla base di una complessiva pianificazione, modulata sulla specificità dell’attuale situazione emergenziale, con il coinvolgimento, oltre che delle  Forze di  Polizia, della Polmare, dell’Autorità Portuale, della Guardia Costiera, della Dogana e della Polizia Municipale, altresì della locale Asp, dell’Usmaf, della Cri, della Sues 118 e dei volontari della Protezione Civile Regionale, che hanno fornito, ciascuno per i profili di competenza, il proprio contributo nelle diverse attività di accoglienza, controllo ed assistenza.

Particolare attenzione è stata prestata ai profili sanitari connessi all’emergenza epidemiologica in atto, con la pronta attivazione, oltre che dei controlli sanitari prodromici allo sbarco, altresì degli interventi funzionali al monitoraggio dell’attuazione delle successive misure di contenimento.

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento