rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Siciliacque, al via la seconda edizione del premio "Franco Boccadutri"

Nove i riconoscimenti dello scorso anno agli studenti figli dei dipendenti

Al via la seconda edizione dei premi di studio intitolati alla memoria di Franco Boccadutri, dirigente di Siciliacque scomparso nel 2020. Il premio, riservato ai figli dei dipendenti dell’azienda che si occupa del servizio idrico di sovrambito, mette in palio 300 euro per ciascun ragazzo che nell’anno scolastico 2021-2022 supererà l’esame di licenza media con una votazione di almeno 9 su 10; stessa cifra per gli studenti che si diplomeranno con almeno 90 su 100; mentre ammonta a 800 euro la somma per chi conseguirà la laurea con un voto di almeno 105 su 110. In totale verranno assegnati al massimo 23 buoni premio.

Per partecipare è necessario consegnare (brevi manu o tramite raccomandata) all’area Risorse Umane di Siciliacque, entro e non oltre il 31 dicembre 2022, la documentazione della scuola o dell’università che attesti il voto.

Il lancio della seconda edizione del premio "Boccadutri" è stato preceduto dalla cerimonia di consegna dei riconoscimenti relativi all’anno scolastico e accademico 2020-2021, che era stata rinviata a causa dell’emergenza Covid. Nove in totale i premiati che hanno ricevuto l’assegno (in formato gigante) dalle mani della signora Angela Boccadutri (moglie di Franco), del consigliere d’amministrazione di Siciliacque Sonia Alfano e dell’ingegnere Stefano Albani, amministratore delegato di Siciliacque. Si tratta di quattro studenti delle medie, due delle superiori e tre neo-laureati: Sofia Argento, Karola Cipolla, Andrea Di Prima, Martina Farruggia, Filippo Cipolla, Flavia Giacalone, Giulia Curmona, Mariasara Ciuro e Vincenzo Guarino.

"Franco Boccadutri – ha ricordato Albani – era una delle memorie storiche di Siciliacque, nonché un appassionato di letteratura siciliana e in generale di cultura. In azienda si è distinto anche per le attività di formazione rivolte agli studenti, portando avanti nelle scuole progetti sull’importanza di un corretto consumo dell’acqua e di un’efficiente gestione del servizio idrico. Col premio intitolato alla sua memoria – ha sottolineato l’amministratore delegato di Siciliacque – vogliamo dare nel nostro piccolo un riconoscimento agli studenti che stanno provando ad eccellere nel loro percorso scolastico e universitario. Conoscenza e sapere sono gli unici lasciapassare possibili per migliorarsi, sviluppare spirito critico e rispondere alle incertezze di un futuro tutto da costruire". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siciliacque, al via la seconda edizione del premio "Franco Boccadutri"

PalermoToday è in caricamento