Cronaca Borgo Nuovo / Via Salvatore Attinelli

Sos al Comune: "Fermare gli sgomberi delle 72 famiglie di via Attinelli"

Nelle case popolari tra Cep e Borgo Nuovo abitano anche anziani non autosufficienti, invalidi, minorenni, disoccupati. L'appello di Sunia: "Si tratta in buona parte di assegnatari che da oltre venti anni vivono in questi appartamenti"

Le case di via Attinelli

Il Sunia Palermo ha chiesto all'amministrazione comunale di non attuare le ordinanza di sgombero notificate in questi giorni nei confronti dei nuclei familiari che abitano negli edifici di via Attinelli, al confine tra Borgo Nuovo e Cep. Il sindacato ha inviato una lettera al sindaco Leoluca Orlando, all'assessore al Patrimonio Antonio Gentile e all'assessore a Cittadinanza sociale e bene comune, Diritto e Dignità dell'abitare Giuseppe Mattina per chiedere soluzioni per tutelare le 72 famiglie che rischiano di dover lasciare gli appartamenti.

“Si tratta in buona parte di assegnatari che da oltre venti anni abitano in questi appartamenti e che posseggono ancora oggi i requisiti previsti dalla legge per beneficiare degli alloggi popolari – dichiara il segretario del Sunia Palermo Zaher Darwish -. Nei nuclei familiari di queste famiglie ci sono anziani non autosufficienti, invalidi, minorenni, disoccupati, soggetti che hanno il diritto di essere tutelati e a i quali una città come Palermo deve garantire una casa a un canone sostenibile”.

“Non è pensabile – aggiunge Darwish - che approssimandosi la stagione invernale, 72 nuclei familiari, con numerosi invalidi e minorenni, siano lasciati per strada, senza assistenza e senza i propri effetti personali. Queste famiglie non sono nelle condizioni economiche di accedere al libero mercato delle locazioni”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sos al Comune: "Fermare gli sgomberi delle 72 famiglie di via Attinelli"

PalermoToday è in caricamento