Un mese senza cibo in un cubo di vetro, la sfida dell’illusionista Carapezza al Conca d'Oro

Il prossimo 7 novembre una prova di resistenza fisica e mentale. Christian Carapezza sarà collegato al pc e condividerà giornalmente il suo stato d’animo con il pubblico che potrà interagire con lui

L'illusionista Christian Carapezza

Una prova di resistenza mai vista in Italia: chiuso per quasi trenta giorni in una teca trasparente, senza cibo. Una prova di resistenza fisica e mentale da primato: il protagonista sarà Christian Carapezza, illusionista estremo, che si prepara ad affrontare una sfida da guinness. Dal 7 novembre si farà chiudere in un cubo di vetro trasparente, di 2 metri per 2, al centro commerciale Conca d’Oro. La teca sarà ubicata a 3 metri di altezza. Nessuno potrà interagire fisicamente con l’illusionista. I visitatori del centro commerciale potranno osservare la prova di Carapezza, ma l’evento potrà essere seguito anche in tutto il mondo grazie alle immagini di una webcam, attiva 24 ore su 24, installata all’interno della teca.

Attraverso un pc l’illusionista condividerà giornalmente le sue emozioni con il pubblico che potrà porre domande al protagonista della sfida estrema, un modo per interagire con lui e fargli compagnia nei momenti più difficili della sua sfida. "Mancano quattro mesi all’evento e già sento emozione e adrenalina - dice Carapezza - sono consapevole delle difficoltà collegate a questa impresa, ma è proprio questa sensazione a spingermi a superare ogni limite. Non mangerò per un mese, andrò avanti solo bevendo circa 5 litri di liquidi al giorno. È una prova di resistenza, penso soprattutto allo stato emotivo: devo prepararmi e sottopormi a momenti di difficoltà e sconforto. Perché so già che, in un periodo così lungo, dovrò affrontarli. Ma non ho alcuna paura. Sfido me stesso e spero che tanti mi vengano a vedere e, soprattutto, ad incoraggiare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Christian Carapezza è autore e protagonista di spettacoli internazionali come il "Danger Show" in cui fonde tecniche di illusionismo, fachirismo, escapologia e mentalismo. Nel 2006 ha partecipato, vincendola, alla trasmissione "Cultura moderna" di Canale 5. È stato protagonista anche di altri numerosi programmi in emittenti nazionali: "Se a casa di Paola", "Le amiche del sabato" e "Uno mattina" su Rai 1; "Piazza grande" e "I fatti vostri" su Rai 2; "Studio aperto" e "Lucignolo" su Italia 1; "Tu si que vales", "Italia’s got talent" e "Pomeriggio cinque", su Canale 5. Ha anche più volte varcato i confini nazionali: è stato uno dei pochi artisti italiani a partecipare a "Tu si que vales Albania" e "La France a un incroyable talent" (versione francese di Italia’s Got Talent). Per essere informati su tutti gli aggiornamenti di questa imperdibile performance è possibile seguire Christian Carapezza sui suoi profili social e su quelli del "Conca d’Oro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Palermo, ragazza di 27 anni muore dopo avere mangiato gamberi

  • La corsa in ospedale e la disperazione, bambino di 3 mesi muore al Di Cristina

  • Tragedia a Isola, accusa un malore mentre esce dall'acqua e muore in spiaggia

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • L’incidente sulla Palermo-Sciacca, giovane motociclista muore in ospedale

  • Suicidio in via Guido Cavalcanti, commerciante di 62 anni si toglie la vita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento