Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Da Sferracavallo a Mondello a nuoto, si perdono due atleti: salvati dopo ore di ricerche

Vanno al largo oltre il traguardo e "spariscono": paura per due messinesi, poi ripescati a Vergine Maria. Si è conclusa con un grosso spavento la manifestazione "A nuoto per due golfi"

Una gara massacrante condita da momenti di panico. Si è conclusa con un grosso spavento la manifestazione "A nuoto per due golfi", dieci chilometri in linea retta da Sferracavallo a Mondello. La gara - organizzata dalla Waterpolo Palermo, in collaborazione con Extrema asd, AscSicilia e Mondello Italo belga - ha visto una massiccia partecipazione: 70 nuotatori iscritti. Ma alla conta finale dei partecipanti, i giudici hanno notato l'assenza di due atleti, entrambi provenienti da Messina.

E' stata attivata così la macchina dei soccorsi coordinata dalla capitaneria di porto di Palermo a cui hanno partecipato - oltre a una motovedetta e un gommone della capitaneria - anche l'elicottero della polizia, tre gommoni e una moto d'acqua della guardia costiera e 5 unità cinofile della scuola italiana di cani da salvataggio. Dopo circa due ore i due nuotatori sono stati ripescati nelle acque di Vergine Maria e grazie alle imbarcazioni di passaggio sono stati ricondotti in buone condizioni al punto di arrivo di Mondello.

Per la cronaca a imporsi è stato il giovane siracusano Marco Inglima che ha coperto la distanza in un’ora e 49,01 minuti. Secondo Andrea Fazio, messinese e terzo il siracusano Pietro Carta. La prima donna ad arrivare è stata Valeria Cutrupi. Gli atleti hanno nuotato sulla costa di Barcarello e Capo Gallo, per arrivare al lido di Mondello, all’altezza dell’Antico Stabilimento Balneare, dove è stato sistemato il traguardo. Si tratta dell’unica gara italiana di nuoto in linea retta. I nuotatori - compresi dai 16 ai 67 anni - erano divisi in categorie distinte, maschile e femminile, junior e senior.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Sferracavallo a Mondello a nuoto, si perdono due atleti: salvati dopo ore di ricerche

PalermoToday è in caricamento