Cronaca Sferracavallo

Sferracavallo, rubano le valigie a un turista ma arriva la polizia: arrestati

Gli agenti hanno notato un'auto parcheggiata con il lunotto posteriore infranto, mentre pochi metri più avanti c'era una Fiat 600 con tre giovani "all'opera". In manette è finito anche un ragazzo di 16 anni

Hanno notato un'auto parcheggiata a Sferracavallo con il lunotto posteriore infranto, mentre pochi metri più avanti c'era una Fiat 600 con due giovani a bordo e un altro fuori, che - dopo aver caricato frettolosamente una valigia - si è tuffato letteralmente all’interno del portabagagli. Così, i poliziotti del commissariato Mondello - insospettiti - hanno deciso di vederci chiaro. L'auto è stata bloccata e i tre giovani sono stati identificati: avevano appena rubato le valigie a un turista e le stavano caricando in macchina per poi sgommare. Dopo avere ricostruito i fatti gli agenti hanno portato i ragazzi negli uffici di polizia e li hanno arrestati, in flagranza, "per il reato di furto aggravato in concorso".

All’interno della fiat 600, durante la perquisizione sono stati rinvenuti arnesi atti allo scasso. Il conducente della Seicento è stato denunciato per guida senza patente, mentre l'auto è stata posta sotto sequestro. In manette sono finiti M.A. di 23 anni, A.L.R. di 21 e A.M. di 16. I due giovani sono stati portati nelle rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, per il minorenne invece si sono aperte le porte del “Malaspina”.
L'episodio si è verificato durante lo scorso weekend (ma è stato reso noto solo oggi) lungo la strada statale 113 che da Sferracavallo porta a Isola delle Femmine.

In sede di direttissima gli arresti sono stati convalidati, mentre il sedicenne rimane in carcere a disposizione dell’autorita giudiziaria. Raggiante il turista che si era presentato negli uffici di polizia per la denuncia del furto, e poi si è visto restituire le valigie. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sferracavallo, rubano le valigie a un turista ma arriva la polizia: arrestati

PalermoToday è in caricamento