Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Polemica sui "Sex Toys" all'Ars, Intimina: "Benessere femminile ancora tabù"

Il manager del marchio: "Questo scandalo è una tempesta in un bicchier d’acqua. I nostri prodotti sono in vendita esclusivamente in farmacie e parafarmacie, e sono prescritti da migliaia di dottori in tutto il mondo"

L'esposizione di Intimina all'Ars

Riceviamo e pubblichiamo:

Vi scrivo per condividere con voi la nostra risposta alla recente polemica sui sex toys al Palazzo dei Normanni di Palermo. Lo scandalo è scoppiato lo scorso venerdì 24 ottobre 2014 (VAI ALL'ARTICOLO), durante il congresso medico dal titolo “Innovazioni terapeutiche nella pratica clinica Endocrino Ginecologica e Ostetrica” al Palazzo dei Normanni, quando lo spazio espositivo di Intimina è stato spostato in un’area meno in vista. Il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, ha in seguito dichiarato che il marchio ha ingannato l’organizzazione nel portare dei sex toys a un convegno medico, e che non ha alcuna ragione di essere presente a una manifestazione simile.

Intimina nega fermamente le accuse di rappresentazione fuorviante. I prodotti Intimina sono in vendita esclusivamente in farmacie e parafarmacie, e sono prescritti da migliaia di dottori in tutto il mondo. Il marchio offre una gamma di prodotti dedicati esclusivamente alla salute delle donne e al loro benessere intimo. Questa è la ragione per cui Intimina è stata invitata a partecipare anche a questo congresso ginecologico come in tanti altri. Durante questo congresso, il marchio aveva principalmente l’obiettivo di presentare il nuovo prodotto KegelSmart – il primo dispositivo intelligente al mondo per esercizi Kegel – è un dispositivo medico di classe 1 sviluppato con la consulenza di svariati medici esperti nel settore.

La missione del marchio Intimina è di offrire una gamma di prodotti e informazioni per donne di ogni età, dalla prima mestruazione a dopo la menopausa – e il benessere sessuale è parte integrante della salute di ogni donna. Intimina conferma che c’erano due massaggiatori personali in esposizione, e sottolinea che l’uso di questi prodotti è una parte importante per il benessere intimo femminile. I massaggiatori personali possono essere usati anche per il piacere personale, certamente, ma offrono soprattutto dei benefici terapeutici, tra cui per esempio benefici per le donne che hanno disturbi durante la penetrazione o in alcune terapie post-tumorali.

Amandine Pranlas-Descours, Manager globale del marchio Intimina, ha dichiarato: “Non riesco a credere che dei massaggiatori personali abbiano causato una tale polemica in un congresso ginecologico nel 2014! Noi come marchio sosteniamo che avere accesso a prodotti per la salute sessuale sia essenziale per ogni donna. Questo scandalo è una tempesta in un bicchier d’acqua, ed è un segnale che tutto ciò che riguarda il benessere intimo delle donne è ancora un tabù per molti”. Intimina ha già ricevuto numerose chiamate e messaggi di sostegno da clienti, professionisti nel settore, farmacisti e associazioni mediche di tutta Italia, in cui si sostiene che lo scandalo è ingiustificato e arbitrario.

Intimina collabora a stretto contatto con associazioni specializzate, e partecipa continuamente, come partner e sponsor, a rilevanti Congressi, conferenze e seminari organizzati su tutto il territorio italiano da associazioni quali AIUG - Associazione Italiana di Ginecologia Urologica e del Pavimento Pelvico, SIGO – Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia, AOGOI – Associazione dei Ginecologi Italiani: ospedalieri, del territorio e liberi professionisti, AGICO – Associazione Ginecologi Consultoriali, FNCO (Federazione Nazionale Collegi  Ostetriche), AGUI (Associazione italiana Ginecologi Universitari) e GLUP (Gruppo di lavoro Uroginecologia pavimento Pelvico). Pranlas-Descours ha inoltre aggiunto: “I massaggiatori personali di Intimina sono prescritti dai medici, per esempio come metodo per affrontare i cambiamenti vaginali durante la menopausa. I massaggiatori migliorano la salute pelvica stimolando il flusso sanguigno in quest’area. Chiamare questi prodotti sex toys significa ignorare le necessita più elementari delle donne. Questi non sono sex toys, questi sono dispositivi per la salute e il benessere delle donne”.

Oltre ai due massaggiatori personali, i principali prodotti in esposizione al Palazzo dei Normanni erano KegelSmart e le sfere Laselle per esercizi Kegel, entrambi prodotti usati per il rafforzamento del pavimento pelvico. L’idratante intimo in esposizione è spesso usato come soluzione alla secchezza vaginale per donne in menopausa e donne che sono sottoposte a trattamenti di chemioterapia. Nonostante Intimina sia costernata di essersi trovata coinvolta in questa polemica, trova che quest’occasione sia un’opportunità per aprire il dialogo sulla salute intima delle donne. Pranlas-Descours ha dichiarato: “Questa polemica prova che c’è la necessità di creare un dialogo aperto sulle questioni del benessere intimo femminile, che sono state trascurate troppo a lungo. Le tematiche della salute intima delle donne non devono più essere nascoste come sono stati nascosti i nostri prodotti venerdì scorso”.

Inese Briede di Intimina

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica sui "Sex Toys" all'Ars, Intimina: "Benessere femminile ancora tabù"

PalermoToday è in caricamento