Cronaca

Nasce al Civico il servizio pubblico di ginecologia per transessuali

Il progetto partirà a febbraio. Si chiamerà "ambulatorio per l'equità di genere". Il regista spagnolo Pedro Almodovar tra i supporter. Il servizio si occuperà per lo più di malattie sessualmente trasmissibili

L'ospedale Civico

Aprirà a breve a Palermo all’ospedale Civico il primo servizio pubblico di ginecologia dedicato ai transessuali. Si chiamerà "ambulatorio per l'equità di genere". Secondo quanto si legge su Repubblica.it l’ambulatorio dovrebbe entrare in funzione dal prossimo febbraio e tra i supporter dell’iniziativa c’è il regista spagnolo Pedro Almodovar.

Non si tratta di una novità in Italia, perché qualche tempo fa c’è stato un tentativo a Bologna. Che però non ha funzionato ed è stato chiuso poco mesi dopo l’inaugurazione. Le visite si svolgeranno in locali dedicati due volte al mese. A coordinare l'ambulatorio sarà il ginecologo Giuseppe Scaglione.

Il servizio si occuperà per lo più di malattie sessualmente trasmissibili, come l'Aids o i condilomi. Ma non solo. Pare che la richiesta sia partita dai pazienti, che spesso non hanno idea di come muoversi e che per ragioni di riservatezza sono costretti a rivolgersi a privati.
Una novità accolta positivamente all’arcigay Palermo, mentre qualche perplessità viene dal mondo trans. Che vede quest’esperimento come un modo di ghettizzare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce al Civico il servizio pubblico di ginecologia per transessuali

PalermoToday è in caricamento