Cronaca Montepellegrino / Via Montalbo

Trecento chili di pesce avariato sequestrati a venditori ambulanti

Operazione congiunta della polizia e della Capitaneria di porto nei quartieri dell'Arenella e dell'Acquasanta. Multe per oltre duemila euro a due pescherie di via Montalbo, otto denunce

 

Trecento chili di pesce avariato, otto persone denunciate e due sanzioni amministrative di oltre duemila euro. E' il bilancio del lavoro congiunto della polizia e della Capitaneria di porto nell'ambito del piano 'Controllo Integrato del Territorio' nei confronti dei venditori ambulanti di pesce. 
I controlli sono stati effettuati in particolare nei quartieri dell'Arenella e dell'Acquasanta, dove molti sono gli ambulanti che vendono prodotti ittici. 
Le irregolarità riscontrate erano relative al rispetto delle norme sanitarie per la vendita e la conservazione dei prodotti ittici: tutte le norme d'igiene erano state violate. Ad essere multate, due pescherie di via Montalbo. 
 
Il pesce esposto dai venditori ambulanti era non era conservato bene a causa dell'esposizione alle intemperie ed alle polveri sottili originate dal transito delle auto, nonché alla scarsa quantità, se non addirittura
in certi casi all'assenza, di ghiaccio usato per la conservazione. 
 
Il pesce sequestrato è stato controllato dal personale veterinario dell'ufficio all'interno del porto, che ne ha attestato la non idoneità al consumo. La merce avariata e' stata consegnata ad una ditta autorizzata per l'immediata distruzione.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trecento chili di pesce avariato sequestrati a venditori ambulanti

PalermoToday è in caricamento