Sant'Erasmo, tonni pescati illegalmente legati ai galleggianti al largo: scatta il sequestro

A eseguire l'intervento di recupero i sommozzatori e gli specialisti nautici dei vigili del fuoco del Comando di Palermo in collaborazione con la Capitaneria di porto: "Escamotage usato dai pescatori per poter superare le quote previste dalla legge"

Maxi sequestro di tonno rosso nel pomeriggio di ieri al largo di Sant'Erasmo. A eseguire l'intervento di recupero i sommozzatori e gli specialisti nautici dei vigili del fuoco del Comando di Palermo in collaborazione con la Capitaneria di porto. I pesci, cinque esemplari, per un totale di oltre una tonnellata di prodotto, erano stati pescati illegalmente e legati ad alcuni galleggianti al largo in mare dove erano stati collocati anche dei gps.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un escamotage - spiegano dalla Capitaneria - utilizzato dai pescatori per evitare i controlli e poter superare le quote previste per la pesca del tonno. Per fortuna il piano di recuperare i pesci è andato in fumo: il tonno lasciato in acqua va in putrefazione e produce istamina sostanza che può essere pericolosa per l’uomo per il rischio di intossicazione. Dopo il controllo del medico dell'Asl sono stati donati all'associazione "Boccone del povero".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Condannato a 5 anni il questore di Palermo: "Caso Shalabayeva, fu sequestro di persona"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento