Finanza ferma furgone con 22 esemplari di tonno rosso, scatta sequestro: "Non era tracciabile"

Fiamme gialle in azione a Bagheria. Il mancato rispetto della normativa prevede una sanzione fino a 12 mila euro. Multato anche un passeggero che circolava a bordo senza una valida giustificazione "in violazione delle prescrizioni vigenti per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Coronavirus"

Il tonno sequestrato

Doppia operazione messa a segno dai finanzieri della compagnia di Bagheria, che nell’ambito dell’attività di controllo economico del territorio, hanno sequestrato - in due diversi interventi - 22 esemplari di tonno rosso e uno di pesce spada, per un peso complessivo di oltre 350 chili.

In particolare - spiegano dal comando della guardia di finanza - "le Fiamme gialle, dopo aver fermato due furgoni che circolavano nel centro di Bagheria hanno ispezionato i mezzi rinvenendo all’interno gli esemplari di "Thonnus Thynnus", di cui in questo periodo è contingentata la pesca, privi dei documenti rilasciati dall’Autorità marittima che ne certificano la tracciabilità nelle diverse fasi della filiera e il cui consumo, pertanto, risulta potenzialmente pericoloso per la salute dei consumatori e pone un serio pregiudizio allo sviluppo della fauna marittima".

I militari hanno contestato ai responsabili "il mancato rispetto della normativa sulla rintracciabilità dei prodotti alimentari che prevede una sanzione fino a 12 mila euro. In un caso i finanzieri hanno anche sanzionato un passeggero che circolava a bordo di uno dei mezzi fermati senza una valida giustificazione e, pertanto, in violazione delle prescrizioni vigenti per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutto il pescato sequestrato, risultato idoneo al consumo umano a seguito di analisi da parte del personale dell’Asp, è stato devoluto ad alcuni enti caritatevoli. "Continuano - concludono dagli uffici della guardia di finanza - in modo incessante i controlli delle Fiamme gialle in tutta la provincia palermitana per il contrasto delle pratiche commerciali illegali e a tutela della salute dei cittadini".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento