Cronaca Politeama / Via Francesco Crispi

Sigarette nascoste ovunque: fermati 10 tunisini al porto

Operazione della finanza per contrastare il contrabbando: sequestrate due tonnellate di "bionde" nel corso delle operazioni di controllo di sbarco dei passeggeri dalle motonavi provenienti da Tunisi. Altri controlli in città: arrestato anche un italiano

I finanzieri mostrano le sigarette sequestrate

Circa due tonnellate di sigarette di contrabbando sequestrate, un arresto e quattordici denunce. Sono questi i numeri dell'operazione realizzata dai finanzieri del comando provinciale di Palermo. Dieci persone sono state fermate nel porto, nel corso dei controlli durante lo sbarco dei passeggeri dalle motonavi provenienti da Tunisi. Si tratta di nordafricani residenti in Sicilia e in procinto di sbarcare con i propri automezzi. Nelle proprie vetture nascondevano sigarette di contrabbando dal peso di 80 chili.

Si tratta di "bionde" dalle marche più disparate: “American Legend”, “Oris”, “Marlboro”, e “Mars”. Le stecche di sigarette erano nascoste ovunque: all’interno dei bagagli, camuffate all’interno dei cruscotti, nei pannelli dei portelloni posteriori, e perfino nelle ruote di scorta, nelle imbottiture dei sedili e nel vano motore.

Altri contrabbandieri sono stati invece individuati e fermati in città. Sono stati sequestrati oltre 100 chili di sigarette delle marche “American legend” e “Chesterfield”. Arrestato un cittadino italiano e denunciate a piede libero tre persone: un palermitano e due cittadini extracomunitari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigarette nascoste ovunque: fermati 10 tunisini al porto

PalermoToday è in caricamento