Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Palazzo Reale-Monte di pietà

Piazza Sant'Isidoro, sigilli al laboratorio dello "sfincionaro" che rifornisce mezza città

Gli agenti del Caep della polizia municipale hanno chiuso l'attività. Il titolare è risultato sprovvisto di Scia comunale e dia sanitaria. Per lui 6 mila euro di multa

I sigilli apposti dalla polizia municipale all'ingresso dell'attività (foto Francesco Ciulla)

Chiuso lo sfincionaro di piazza Sant’Isidoro alla Guilla, tra il mercato del Capo e la Cattedrale, che riforniva le attività e le bancarella di mezza città. Lo scorso 27 settembre gli agenti del Nucleo di controllo delle attività produttive della polizia municipale hanno eseguito il sequestro amministrativo dell’esercizio commerciale che si trova a pochi passi dalla chiesa di Sant’Agata alla Guilla poiché il titolare è risultato sprovvisto delle necessarie autorizzazioni.

Al termine degli accertamenti i vigili urbani hanno elevato al commerciante una sanzione complessiva da oltre 6 mila euro: 3 mila per mancanza della Scia comunale, la segnalazione certificata di inizio attività da inviare all'Amministrazione, e 3.098 euro per la mancanza della Dia sanitaria, la dichiarazione di inizio attività da inoltrare invece all’azienda sanitaria provinciale.

Dopo aver terminato i controlli la polizia municipale ha apposto i sigilli all’attività che dovrà restare chiusa sino a quando l’esercente non si sarà messo in regola con le autorizzazioni. Nessuna contestazione è stata mossa in relazione alle condizioni igienico-sanitarie riscontrate al momento dell’intervento della polizia municipale, che sarebbe arrivato dopo una segnalazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Sant'Isidoro, sigilli al laboratorio dello "sfincionaro" che rifornisce mezza città

PalermoToday è in caricamento