Cronaca

Pesca vietata: sequestrati circa 5 chili di “neonata” a Balestrate

L'operazione condotta dalla Guardia costiera di Terrasini è avvenuta la notte tra giovedì e venerdì. Il pesce è stato devoluto ad un istituto religioso di Carini che, a sua volta, lo donerà ad alcune famiglie bisognose

Il pesce sequestrato

Nel corso della notte una pattuglia della Guardia Costiera di Terrasini, capitanata dal tenente Boellis, ha effettuato un controllo in mare per scovare i pescatori di novellame di sarda, in Sicilia meglio noto come "neonata".

Nel corso dell’operazione i militari hanno trovato, nel porto di Balestrate, una vaschetta contente circa cinque chili del prodotto la cui cattura è vietata.

"Si presume che ignoti, avendo subodorato la presenza e l’imminente intervento degli stessi militari - si legge in una nota della Guardia costiera - abbiamo abbandonato la cassetta, con il verosimile intento di recuperarla una volta terminata l’operazione di polizia".

Non ci sono però riuscito. Il pesce è stato sequestrato e, dopo essere stato controllato da un medico del servizio veterinario dell’A.S.P. di Carini, ed essere stato giudicato idoneo al consumo umano, è stato devoluto ad un istituto religioso di Carini, che a sua volta lo donerà ad alcune famiglie bisognose.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca vietata: sequestrati circa 5 chili di “neonata” a Balestrate

PalermoToday è in caricamento