rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Terrasini

Qualità inferiore rispetto a quella dichiarata: sequestrate al porto oltre 50 tonnellate di pellet 

La merce, proveniente dall'Egitto, era destinata a Terrasini. L'uomo che la stava introducendo in Italia è stato fermato per un controllo dai finanzieri e dai funzionari dell'agenzia delle dogane e dei monopoli e denunciato

Stava introducendo in Italia 54 tonnellate di pellet provenienti dall’Egitto e destinate ad una società di Terrasini, ma è stato fermato al porto e denunciato per il reato di "immissione nel territorio dello Stato di prodotti industriali con etichette false". La merce, stipata in due container, destinata al riscaldamento domestico era di una qualità inferiore rispetto a quella dichiarata. E' stata sequestrata nei giorni scorsi nel corso di alcuni controlli effettuati dai finanzieri del primo Nucleo operativo metropolitano insieme ai funzionari della locale agenzia delle dogane e dei monopoli.

"Dal confronto tra le caratteristiche chimico-fisiche del prodotto riportate nella dichiarazione di importazione con i risultati delle analisi di laboratorio eseguite, a campione, è emerso che - spiegano dalla guardia di finanza - si trattava di pellet di legno per riscaldamento domestico di classe A2, non particolarmente performante in termini di potere calorifico e livello di ceneri prodotte, e non di classe A1, con qualità più elevate".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità inferiore rispetto a quella dichiarata: sequestrate al porto oltre 50 tonnellate di pellet 

PalermoToday è in caricamento