Tonnara Bordonaro, sequestrata la pedana in legno: "Pericolosa per cittadini e turisti"

Dopo l'intervento della polizia municipale il consigliere del M5S Igor Gelarda ha puntato il dito contro l'Amministrazione e chiesto interventi di riqualificazione: "Le borgate soffrono l'assoluta mancanza di attenzione. E in estate i nodi vengono al pettine"

Sequestrata la pedana della Tonnara Bordonaro

Sigilli alla pedana in legno della Tonnara Bordonaro che porta alla spiaggia di Vergine Maria. Il nucleo Servizio sicurezza sedi e controlli stradali della polizia municipale, la capitaneria di porto ed ai vigili del fuoco hanno sequestrato la pedana realizzata nel 2007 perché considerata pericolosa per l'incolumità dei cittadini e dei turisti che nelle giornate affollano questa fetta di spiaggia. A segnalare il rischio, oltre ad alcuni cittadini e associazioni, il gruppo del Movimento 5 Stelle. "Purtroppo le borgate marinare - dichiara il consigliere comunale Igor Gelarda - soffrono dell’assoluta mancanza di attenzione per 9 mesi all’anno. Quando poi si avvicina la stagione balneare tutti i nodi irrisolti vengono al pettine".

Igor Gelarda-7Già nel dicembre 2014, a seguito di vari esposti presentati dalle associazioni della zona, era stato eseguito il sequestro del muro perimetrale e del ponticello pedonale. A distanza di quasi quattro anni la situazione sembrerebbe non essersi mai sbloccata. “In questo caso - prosegue Gelarda (in foto) - sembrerebbe che la pedana sia di proprietà del Comune, o comunque risulterebbe affidata ad esso. Così come per Sferracavallo e in generale per Vergine Maria, zone connotate storicamente e geograficamente, non sembra esserci la minima progettualità o la volontà di effettuare interventi di riqualificazione delle borgate".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Annunciando un’interrogazione indirizzata al sindaco Leoluca Orlando, il consigliere del M5S sposta l’attenzione su un altro punto che riguarda l’area della tonnara: "Una decina di giorni fa sono cominciati i lavori di carotaggio per recuperare l’antico approdo della tonnara: un lavoro da 600 mila euro per il quale, attualmente, risultano finanziati appena 11 mila euro. Lavori che si devono alla caparbietà e alla determinazione della proloco ‘Nostra donna del Rotolo di Vergine Maria’ e per i quali speriamo che il Comune finanzi il resto delle somme. Anche se nutro seri dubbi in tal senso. Chiederò maggiori informazioni sulla pedana, chi è il proprietario e il responsabile, ma soprattutto quali sono gli atti e i provvedimenti che il Comune vuole adottare. Infine devo fare un plauso alla polizia municipale. Nonostante la carenza di uomini e mezzi riesce a svolgere egregiamente l’attività di controllo del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

  • Covid, via libera dalla Regione al disegno di legge per la ripresa delle attività economiche

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento