Cronaca Libertà / Via Gioacchino Ventura

Abusi edilizi alla Virgin, la Procura dice no al dissequestro: il gip deciderà entro 5 giorni

La difesa, che per questioni di tempo aveva rinunciato a ricorrere al Riesame, ha presentato delle consulenze che smentirebbero le tesi dell'accusa. I pm hanno dato però parere negativo all'istanza di togliere i sigilli. La parola passa al giudice

La Procura dice no al dissequestro dell'immobile di via Ventura in cui si trova la palestra Virgin e adesso sarà il gip Fabio Pilato - che ha tecnicamente 5 giorni per esprimersi - a stabilire se mantenere o meno i sigilli alla struttura. Il procuratore aggiunto Sergio Demontis ed il sostituto Andrea Fusco, che coordinano l'inchiesta sui presunti abusi edilizi, di fronte all'istanza presentata dall'avvocato Sergio Monaco, hanno infatti espresso parere negativo.

La difesa ha rinunciato a ricorrere al Riesame per una questione di tempo e ha preferito prendersi qualche giorno in più per portare due consulenze tecniche che smonterebbero le tesi dell'accusa. In sintesi, non sarebbe stato necessario il permesso di costruire (e il conseguente pagamento di quasi 60 mila euro di oneri) per fare le modifiche all'immobile e tutti i documenti sulla stabilità dell'edificio sarebbero stati regolamente trasmessi al Genio civile. Nessun rischio di crollo, infine, come sostiene invece la Procura.

Per l'accusa, sarebbero state compiute tutta una serie di modifiche senza alcuna autorizzazione, come la realizzazione di un intero piano di quasi 630 metri quadri, e in violazione delle norme antisismiche. Sono sei le persone indagate: il dirigente responsabile dello Sportello unico delle Attività produttive del Comune, Giuseppe Monteleone (rinviato a giudizio pochi giorni fa nell'ambito del processo nato dall'inchiesta "Giano Bifronte" sulla presunta cricca all'Edilizia privata), i due impiegati pubblici che hanno istruito la pratica per i lavori di ristrutturazione, Antonino Zanca e Sergio Marinaro, ma anche Filippo Basile, amministratore della "Euroleasing Company Spa" (la società proprietaria dell'immobile) e committente dei lavori, Antonino La Duca, progettista e direttore dei lavori, e Tommaso Castagna, che li ha eseguiti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi edilizi alla Virgin, la Procura dice no al dissequestro: il gip deciderà entro 5 giorni

PalermoToday è in caricamento