Cronaca Piazza Verdi

Viola divieto e torna a suonare davanti al Massimo: Hotze Convalis ancora nei guai

Allo street artist olandese sono stati sequestrati gli strumenti musicali. Per lui anche una denuncia per inosservanza del provvedimento con cui era stato allontanato da Palermo per 3 anni. "Violata ordinanza che vieta musica amplificata all'aperto"

Il musicista olandese durante l'esibizione in piazza Verdi

Il musicista Hotze Convalis di nuovo nei guai. La polizia municipale ha sequestrato gli strumenti e gli amplificatori al musicista olandese sorpreso a suonare in piazza Verdi, davanti al Teatro Massimo. L’artista di strada è stato anche denunciato all’autorità giudiziaria per inosservanza di provvedimento emesso dall’autorità di pubblica sicurezza: entro fine febbraio, infatti, dovrebbe “scadere” il provvedimento con cui era stato allontanato dalla città.

“Ancora una volta il musicista di strada - si legge in una nota della polizia municipale - arriva alla ribalta della cronaca per la sua cronica ostinazione a suonare a tutto volume, collegando gli strumenti musicali ed il microfono a grandi amplificatori da concerto, in barba ad una ordinanza sindacale che vieta la musica amplificata all'aperto a qualsiasi ora del giorno, in tutto il territorio comunale, permettendo solo musica emessa con strumenti acustici”.

Ieri sera gli agenti della polizia municipale, durante un normale servizio di controllo del territorio, lo hanno individuato non lontano dall'ingresso del Teatro Massimo mentre le note delle sue canzoni venivano “propagate ad alto volume da amplificatori posizionati sulla piazza”. Una nuova grana per l’olandese che in passato, in segno di protesta, aveva violato il provvedimento per raccogliere parte dei soldi che gli sarebbero serviti per la sua battaglia legale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viola divieto e torna a suonare davanti al Massimo: Hotze Convalis ancora nei guai

PalermoToday è in caricamento