menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il mezzo sequestrato

Il mezzo sequestrato

Rifiuti pericolosi in magazzino e su una moto Ape, sequestri e denunce all'Acquasanta

E' il bilancio dei controlli effettuati dalla polizia municipale contro i reati ambientali. All'interno gli agenti hanno trovato paraurti, ammortizzatori, fari e altro materiale da officina meccanica. Accertamenti in corso sulla proprietà del locale che si trova in via Gulì

Un magazzino e una moto ape sequestrati all'Acquasanta e due uomini, A.A di 49 anni e V.N. di 44 anni, denunciati. E' il bilancio dei controlli effettuati dalla polizia municipale contro i reati ambientali. Gli agenti del Nucleo tutela decoro e vivibilità urbana, in abiti civili e con auto civetta, hanno individuato il motocarro, carico di rifiuti pericolosi speciali, posteggiato in via Simone Gulì e hanno atteso in appostamento l'arrivo del conducente. Dopo pochi minuti due uomini hanno prelevato dal mezzo il materiale che trasportava (paraurti, ammortizzatori, fari, materiale da officina meccanica) e lo hanno depositato in un magazzino vicino. Gli agenti li hanno fermati e identificati. Poi hanno effettuato un sopralluogo all'interno del locale dove hanno trovato rifiuti dello stesso genere accatastati fino al tetto, oltre a sportelli, parti di carrozzerie, fusti di oli e vernici. Oli e solventi, per concludere, erano anche sul pavimento.

"Uno dei due uomini identificati - fanno sapere dal Comando - ha raccontato agli agenti di avere svolto un servizio di raccolta, ai fini dello smaltimento, nelle vicine carrozzerie per un compenso di 30 euro. Dopo gli accertamenti di rito il mezzo, non assicurato e senza revisione, non è risultato iscritto all’albo dei gestori ambientali". Per questo sia il veicolo che il magazzino sono stati sequestrati e i due uomini sono stati denunciati. Accertamenti in corso sulla proprietà del locale. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento