Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Zisa

Blitz della finanza in tre negozi cinesi: sequestrati oltre 5 mila prodotti non sicuri

Si tratta di giocattoli e articoli elettrici privi del marchio Ce e senza le indicazioni minime per l'utilizzo previste dal Codice del Consumo. I controlli sono scattati alla Zisa, in via Dante e in via Diaz. Gli esercenti sono stati multati e segnalati alla Camera di Commercio

Oltre 5 mila prodotti non sicuri sono stati sequestrati dai finanzieri del gruppo Pronto impiego di Palermo nel corso di alcuni controlli effettuati in tre negozi gestiti da cinesi in città. La merce era priva del marchio Ce, non riportava nessuna indicazione in lingua italiana né le indicazioni minime (produttore, importatore, luogo d'origine, particolari istruzioni e precauzioni per l'utilizzo) previste dal Codice del Consumo. 

I blitz delle fiamme gialle hanno riguardato un negozio di articoli casalinghi, alla Zisa, dove sono trovati oltre mille giocattoli e 120 articoli elettrici ritenuti non sicuri. Sotto la lente anche un esercizio commerciale in via Dante, dove sono stati sequestrati altri 3.573 articoli, e un emporio di via Armando Diaz.

In quest'ultimo negozio tra giocattoli e materiale elettrico sono stati sequestrati 464 pezzi. I titolari, Z.X. di anni 62,  L.M. di anni 26 e J.Z. di anni 50, sono stati multati e segnalati alla Camera di Commercio: dovranno pagare una sanzione che va da un minimo di 516 euro a un massimo di 25.833 euro. La guardia di finanza fa sapere che "la misura da applicare è determinata, in ogni singolo caso, facendo riferimento al prezzo di listino di ciascun prodotto e al numero delle unità poste in vendita".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz della finanza in tre negozi cinesi: sequestrati oltre 5 mila prodotti non sicuri

PalermoToday è in caricamento