rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Emergenza Covid

"Frode su fornitura di guanti durante la pandemia", sequestro da 58 mila euro per l'ex ministro Saverio Romano

Il gip ha emesso anche un provvedimento congelando un milione di euro alla European network tlc srl, per un appalto della Protezione civile per la fornitura di mascherine, camici e guanti . L'indagine era partita un anno fa, l'avvocato palermitano si difende: "Quando ci sarà data l’opportunità, ci difenderemo e faremo chiarezza"

Sequestrati un milione di euro a una società milanese, la European network tlc srl, per un'ipotesi di truffa sulla fornitura di dispositivi sanitari per l’emergenza Covid, e 58 mila euro all’ex ministro Saverio Romano. A eseguire il provvedimento del gip sono stati i finanzieri del Nucleo Pef di Roma nell’ambito dell’inchiesta sulle forniture di mascherine, camici e guanti. Nello specifico è stato ipotizzato il reato di frode nelle pubbliche forniture in relazione alla vendita di guanti monouso "di qualità inferiore - si legge in una nota - alle caratteristiche previste dal contratto".

"Quando ci sarà data l’opportunità ci difenderemo e faremo chiarezza", replica a caldo Saverio Romano. "Dopo più di un anno sono sorpreso che questa indagine continui anziché essere archiviata. Non voglio assecondare le ipotesi di una tempistica - conlude l'ex ministro - che coincide con la stagione elettorale e quindi resto fiducioso e sicuro". Secondo i pm "avrebbe indebitamente percepito dall’impresa tale somma - si legge in una nota del Comando provinciale di Roma - a fronte della mediazione illecita verso i responsabili del citato ente".

Al centro dell’inchiesta, scattata a marzo dello scorso anno, un appalto da 22 milioni di euro che ha portato all’arresto di Aleksic Andelko, Vittorio Farina e Domenico Romeo. Fra le pieghe delle indagini sarebbe emerso il coinvolgimento dell’avvocato palermitano Saverio Romano. "L'attività tecnica - si legge nell'ordinanza - ha evidenziato il quadro relazionale di cui Farina si avvantaggia nello svolgimento della sua attività di procacciatore di affari per conto della Ent Srl. Farina vanta rapporti con personaggi noti", come per l'appunto l'ex senatore Saverio Romano.

"Sono consulente della European network dal marzo 2020, con regolare contratto, per mezzo del quale - si era difeso l’ex ministro - ho svolto regolare attività professionale. La fattura citata dagli organi di stampa è del maggio 2020 ed ha in se sia la causale dell'attività medesima sia il riferimento al contratto di consulenza. Ho già esibito alla guardia di finanza, che indaga sui fatti documentati, i necessari e dovuti riscontri. Risulta anche il nome di mia moglie dall'evidenza bancaria poiché il nostro conto corrente è cointestato".

Secondo quanto sostiene l’accusa, rappresentata dal sostituto procuratore Rosalia Affinato, Romano avrebbe agevolato la conclusione del contratto di fornitura e si sarebbe attivato per accelerare il pagamento. "Sono indagato per traffico di influenza - precisa l'ex ministro - e non per frode in commercio. Non ho fatto da mediatore né ho trafficato alcunché". La fornitura prevedeva altri dispositivi, ma le fiamme gialle si sono concentrati sui guanti monouso acquistati dal Dipartimento di Protezione civile Sicilia per distribuirli in ospedali, Rsa e hub vaccinali. Dagli accertamenti è venuto fuori che 120 mila guanti in lattice - solo quelli rimasti in circolazione, sequestrati e portati in laboratorio per i test - erano di scarsa qualità.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Frode su fornitura di guanti durante la pandemia", sequestro da 58 mila euro per l'ex ministro Saverio Romano

PalermoToday è in caricamento