menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'area ripresa dal drone della polizia municipale

L'area ripresa dal drone della polizia municipale

Area di stoccaggio abusiva individuata con il drone, sequestrati 40 metri cubi di rifiuti

E' successo nella zona di via Rosario Nicoletti. I vigili hanno denunciato un 64enne in passato già segnalato per reati connessi alla gestione illecita di rifiuti

Scoperta con un drone un’area di stoccaggio rifiuti abusiva. Gli agenti del Nucleo tutela vivibilità e igiene urbana della polizia municipale hanno sequestrato uno spazio di circa 800 metri quadrati nella zona di via Rosario Nicoletti. Trovati complessivamente 40 metri cubi di rifiuti divisi tra due autocarri e tre scarrabili: uno carico di vetro, un altro pieno di legno e un terzo con pezzi in muratura, piastrelle in ceramica e altri sfabbricidi.

"Il 64enne G.T., gestore dell’area già denunciato per reati connessi alla gestione illecita di rifiuti, è stato nuovamente segnalato all'autorità giudiziaria. Il materiale trovato all'interno dell'area - spiegano dal Comando di via Dogali - è stato sequestrato insieme agli autocarri e agli scarrabili. L'altro ieri lo stesso Nucleo tutela vivibilità e igiene urbana ha sequestrato un altro autocarro che, con un cassone ricoperto da un telo verde, transitava in viale Regione Siciliana carico di scarti edili".

Gli agenti hanno infatti fermato il mezzo pesante e verificato che trasportava 20 grossi sacchi neri contenenti un metro cubo di cartongesso, lana di vetro, plastica e cartoni. L'autocarro, spiegano dalla polizia municipale, è risultato intestato a una ditta Belmonte Mezzagno che però era sprovvista della necessaria iscrizione all'albo gestori ambientali. Il conducente P.G., 40 anni, è stato segnalato all'autorità giudiziaria.

"Ancora un'importante azione - dice il sindaco Leoluca Orlando - di contrasto allo smaltimento illegale di rifiuti e la conferma che la polizia municipale si sta sempre più attrezzando al meglio per tutelare l'ambiente e la salute dei cittadini". Plauso anche dall'assessore Fabio Giambrone che sottolinea: "L’impegno professionale degli agenti coadiuvati dall'utilizzo dei droni per individuare illeciti spesso nascosti ma non per questo meno gravi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento