menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro scommesse abusivo nel cuore della Guadagna: sequestrato

Solo due giorni fa i poliziotti hanno sequestrato un altro locale in via Lorenzo Iandolino, a Mondello. Revocata anche una licenza di pubblica sicurezza per scommesse rilasciata ad un soggetto di Bagheria, risultato vicino ad un esponente della criminalità mafiosa

Ancora un centro scommesse abusivo scoperto e posto sotto sequestro dalla polizia. Questa volta, l'attività illecità si trova nel cuore della Guadagna. I poliziotti del Commissariato “Oreto-Stazione”, insieme ai colleghi della divisione di polizia amministrativa e sociale della Questura, all’interno della struttura hanno trovato 11 postazioni telematiche, alcune delle quali accese e funzionanti e a disposizione dell’utenza per prenotazioni e scommesse, collegate ad una piattaforma di scommesse straniera. Le scommesse sfuggivano quindi al controllo e alla concessione dei Monopoli di Stato. Nella spazzatura erano, inoltre, presenti numerose ricevute delle giocate effettuate.

Gli agenti hanno quindi proceduto al sequestro del locale e di tutta l’attrezzatura al suo interno. Ad aggravare la posizione del titolare, segnalato per “esercizio abusivo di giuoco e scommessa”, anche la presenza di un calcio balilla sprovvisto di autorizzazioni.

Solo due giorni fa i poliziotti hanno sequestrato un altro locale abusivo in via Lorenzo Iandolino, in zona Mondello, nel quale venivano raccolte scommesse in assenza di concessione dei Monopoli e di licenza di pubblica sicurezza. I gestori sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria. Oltre al locale è scattato il sequestro anche delle varie postazioni informatiche, dei monitor e delle ricevute delle “giocate”. Il monitoraggio dei giochi pubblici ha consentito di conseguire importanti risultati anche in provincia. A seguito di certosini accertamenti, la Questura ha infatti revocato una licenza di pubblica sicurezza per scommesse rilasciata ad un soggetto di Bagheria. Il giovane è infatti risultato vicino ad un esponente della criminalità mafiosa, tutt’ora ristretto in regime di custodia cautelare.

Continua quindi a salire il bilancio degli esercizi in cui, a seguito degli intensi controlli, è stata documentata la raccolta delle giocate per bookmaker stranieri privi di concessione dei Monopoli.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento