rotate-mobile
Animali a rischio estinzione / Politeama / Via Francesco Crispi

All'imbarco al porto con cardellini in gabbia, scatta il sequestro della finanza: "Specie protetta"

I volatili sono stati consegnati al centro recupero fauna selvatica di Bosco Ficuzza. L'uomo, un cittadino tunisino, è stato segnalato all'assessorato all'Agricoltura per violazione della norma che disciplina la materia

Cinque cardellini, specie a rischio estinzione, sono stati sequestrati dalla guardia di finanza a un cittadino tunisino al porto di Palermo. I finanzieri del I nucleo operativo metropolitano di Palermo, in collaborazione con i funzionari dell?ufficio delle Dogane, hanno sottoposto a controllo l'uomo, stabilmente residente nel catanese, in procinto di imbarcarsi sulla nave in partenza dal porto di Palermo per Tunisi.

Nel corso dell?ispezione i funzionari Agenzia dogane e monopoli e la squadra Cites delle Fiamme Gialle, specializzata nei controlli a tutela della Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie a rischio di estinzione, hanno trovato i cinque volatili appartenenti alla specie ?Carduelis carduelis? della famiglia dei ?Fringillidi?, detenuti dal cittadino tunisino all?interno di 2 gabbie metalliche, privi di anelli identificativi ed in assenza di idonea documentazione. I fringillidi, famiglia dei passeriformi - tra i quali rientrano i cardellini ed i conosciutissimi canarini domestici - risultano a rischio estinzione e pertanto tale categoria di volatili è stata sottoposta ad un programma di tutela ad hoc, sancito dalla Convenzione di Berna del 1979.

Il responsabile è stato quindi segnalato all?assessorato regionale all?Agricoltura per la violazione della norma nazionale che disciplina la materia. Gli uccelli sono stati affidati dai finanzieri al centro regionale recupero fauna selvatica di Corleone, all?interno della riserva naturale orientata Bosco Ficuzza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'imbarco al porto con cardellini in gabbia, scatta il sequestro della finanza: "Specie protetta"

PalermoToday è in caricamento