menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Bici elettriche "trasformate" in scooter, venticinque sequestri in tre mesi

L'intensificazione dei controlli disposti dal vicecomandante dei vigili Galatioto ha portato alla scoperta di nuovi mezzi non in regola. Dal comando: "Consigliamo di accertarsi delle caratteristiche del mezzo prima dell'acquisto"

Vendute come e bici e "modificate" tanto da risultare praticamente degli scooter, rendendo necessario assicurazione, casco, targa e patentino. Sono venticinque le bici elettriche sequestrate dalla polizia municipale nei primi tre mesi del 2016. In meno di dodici mesi sono state trovate e poste sotto sequestro circa cento "false" bici, dalle quali erano stati rimossi i pedali. "Per scongiurare il sequestro - consigliano dal comando della polizia municipale - chi ne acquista una deve accertarsi delle caratteristiche tecniche del mezzo e nei casi di acquisto in buona fede, valutare l’ipotesi di denunciare per truffa i rivenditori scorretti".

A partire da aprile 2016 il vicecomandante dei vigili Luigi Galatioto ha intensificato i controlli, incaricando gli agenti di verificare se circolano su strada ciclomotori "travestiti" da biciclette a pedalata assistita. "Il bilancio del 2015 si è concluso con 75 bici sequestrate sempre per lo stesso motivo. Vengono rimossi i pedali - si legge in una nota - per cui la trazione del mezzo, anziché avvenire mediante lo sforzo muscolare della pedalata e assistita da un motore elettrico di potenza massima di 25 watt, viene trasmessa con l’uso di un acceleratore manuale". Con queste variazioni la bici a pedalata assistita perde la classificazione di velocipede e diventa un vero e proprio ciclomotore, che pertanto potrebbe circolare solo su strade private.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento