Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Zen

"Gestiva lo spaccio di droga allo Zen": sotto sequestro ville, terreni e conti bancari

Beni per circa 230 mila euro sono stati sottratti dalla guardia di finanza ad Antonino Mazza, 48 anni. Arrestato nel 2017, è stato condannato in secondo grado con rito abbreviato. L'organizzazione di cui faceva parte aveva strutturato lo smercio degli stupefacenti organizzando veri e propri turni tra i pusher. Un giro d'affari che arrivava fino a 2.500 euro al giorno

Nel 2017 era stato arrestato nel corso di una maxi operazione antidroga allo Zen, poi è arrivata la condanna (secondo grado, con rito abbreviato) proprio perché ritenuto tra i promotori dell'organizzazione criminale che controllava lo spaccio di hashish, cocaina e marijuana tra i padiglioni del popoloso quartiere. Adesso per Antonino Mazza, 48 anni, è scattato il sequestro dei beni.

Il provvedimento è stato eseguito dai finanzieri del comando provinciale e interessa ricchezze per 230 mila euro: due villini a due terreni a Casteldaccia e 4 rapporti finanziari.

Secondo quanto emerso nelle aule di tribunale, Mazza è tra gli artefici di una capillare organizzazione di spaccio basata sulla presenza di "vedette", su "turni" dei singoli pusher e con la gestione comune della cassa con un giro d'affari che arrivava fino a 2.500 euro al giorno.

La procura ha delegato accertamenti economico-patrimoniali agli specialisti del Gico del nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza, che hanno evidenziato una disponibilità patrimoniale sproporzionata rispetto alla capacità reddituale ufficialmente dichiarata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gestiva lo spaccio di droga allo Zen": sotto sequestro ville, terreni e conti bancari

PalermoToday è in caricamento