Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Carini / Villagrazia di Carini

Venditori ambulanti nel mirino, sequestrati 4 mila chili di frutta e verdura

Blitz della guardia di finanza sulla strada statale 113, nella frazione di Villagrazia di Carini. In azione anche i carabinieri e il personale della polizia municipale. E' scattato anche il sequestro amministrativo dei tre automezzi utilizzati per l’esposizione della merce

Altro blitz della guardia di finanza: nel mirino stavolta sono finiti i venditori ambulanti di frutta e verdura che lavorano sulla strada statale 113, nella frazione di Villagrazia di Carini. Sono scattati numerosi controlli, ai fini amministrativi, "nell’ambito del controllo economico del territorio". In azione i militari della guardia di finanza della Tenenza di Carini. Insieme a loro sono intervenuti gli uomini della locale compagnia dei carabinieri e il personale della polizia municipale.

Tra le attività controllate, è stata accertata la presenza di tre persone che, come spiegano dalla guardia di finanza "esercitavano il commercio al dettaglio di prodotti ortofrutticoli in maniera totalmente abusiva, senza titoli autorizzativi rilasciati dal competente Sportello unico attività produttive e sconosciuti al fisco (evasori totali), i quali occupavano parte della carreggiata utilizzando suppellettili e 3 autocarri per l’esposizione della merce messa in vendita". 

E' scattato quindi il sequestro dell’ingente quantitativo di prodotti ortofrutticoli messi in vendita, pari a circa 4 mila chili di frutta e verdura di vario tipo e genere "che, trattandosi di merce deperibile, dopo contatti con l'Asp competente è stata devoluta in beneficienza ad istituti caritatevoli operanti sul territorio", puntualizzano dalla guardia di finanza. E' scattato anche il sequestro amministrativo dei tre automezzi utilizzati per l’esposizione della merce.

I tre trasgressori sono stati segnalati al sindaco per l’irrogazione della sanzione amministrativa prevista, per singola violazione, da un minimo di 154,93 euro fino a un massimo di 1.549,37 euro.

Durante le operazioni di servizio le fiamme gialle hanno inoltre individuato due dipendenti che lavoravano in nero per una delle persone controllate, nei cui confronti si procederà alla contestazione delle relative sanzioni amministrative per importi che vanno, per ciascun lavoratore in nero, da un minimo di 3.600 euro a un massimo di 21.600 euro. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venditori ambulanti nel mirino, sequestrati 4 mila chili di frutta e verdura

PalermoToday è in caricamento