menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alcuni dei manufatti sequestrati alla Cala

Alcuni dei manufatti sequestrati alla Cala

Continuava a noleggiare posti per le barche ma la concessione era scaduta: denunciato

Sequestrati alcuni manufatti abusivi al molo Ct Bersagliere, alla Cala. La guardia costiera ha segnalato un uomo di 74 anni, già destinatario di un provvedimento ingiuntivo, che avrebbe incassato le quote da alcuni diportisti

La sua concessione per quel pezzetto del molo Ct Bersagliere era già scaduta, tanto che l'autorità portuale gli aveva già inviato un provvedimento ingiuntivo affinché rimuovesse i fabbricati non più autorizzati, ma lui avrebbe continuato a noleggare dei posti per le barche incassando le relative quote. I militari della capitaneria di porto hanno sequestrato alcuni manufatti alla Cala e denunciato S.M., un uomo di 74 anni.

L'attività della guardia costiera si inserisce in un programma di controllo da parte per assicurare il rispetto delle regole nell'area portuale. Al termine degli accertamenti i militari hanno sequestrato un'area scoperta di 70 metri quadrati, uno specchio d'acqua di circa 750 metri quattro capannoni utilizzati per custodire attrezzatura e altro per il rimessaggio.

"Un processo lento ma deciso e forte - commenta il presidente dell’Autorità, Pasqualino Monti - per il ripristino della legalità, per l’affermazione del rispetto delle norme e della funzione pubblica, che rientra in una più ampia azione di revoca di concessioni, impostata fin dall’inizio del mio mandato. Abbiamo mostrato ancora una volta attenzione al legittimo uso del demanio marittimo, secondo inderogabili principi di trasparenza e legalità: deve essere chiaro a tutti quanto sia estesa l’azione di rinnovamento all’interno del porto, diventato un luogo in cui si sviluppa economia reale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento