menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'intervento della Finanza

L'intervento della Finanza

Piazza Lolli, arriva la guardia di finanza: sequestrato distributore di benzina

Strumenti di misurazione non a norma e contrabbando di olio lubrificante: il titolare dell'impianto è stato segnalato alla Procura di Palermo. In azione i finanzieri del secondo nucleo operativo metropolitano

Sequestrato distributore di benzina in piazza Lolli. L'operazione è stata messa a segno dai finanzieri del secondo nucleo operativo metropolitano di Palermo, nell’ambito delle verifiche sulla corretta applicazione delle norme vigenti in materia di accise sui prodotti energetici. "Le Fiamme gialle - spiegano dalla guardia di finanza - infatti hanno riscontrato che le colonnine erogatrici di benzina e gasolio erano dotate di un contrassegno di verificazione periodica scaduto, rappresentando di conseguenza strumenti di misura non conformi secondo la normativa di riferimento". 

"Nel corso delle attività - aggiungono dal comando - sono stati rinvenuti inoltre 50 litri di olio lubrificante sottratto al pagamento dell’accisa e privo di documentazione che ne attestasse la legittima provenienza". Il titolare dell’impianto di piazza Lolli è stato segnalato alla Procura di Palermo per il reato di contrabbando di prodotti petroliferi.

"Questa attività - concludono dagli uffici delle Fiamme gialle - si inserisce all’interno dei sistematici interventi condotti dalla guardia di finanza negli impianti di distribuzione stradale di carburanti volti a riscontrare l’effettivo quantitativo erogato dalle colonnine, la qualità merceologica dei prodotti immessi in consumo ed il rispetto degli obblighi in tema di corretta e trasparente informazione all’utenza sui prezzi praticati, a tutela degli interessi dei consumatori e per preservare il corretto e libero funzionamento delle regole del mercato".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento