Cronaca

Blitz contro le scommesse illegali: sequestrate 3 sale, 10 denunciati

I centri operavano al di fuori del circuito dei Monopoli di Stato. Nell'operazione, tra Palermo e provincia, la guardia di finanza ha requisito 54 postazioni telematiche, 6 web tv e 7 videogiochi non autorizzati o clonati

Blitz della finanza contro le scommesse clandestine

Giro di vite contro le scommesse clandestine e videogame illegali. Tre sale che operavano al di fuori del circuito dei Monopoli di Stato sono state sequestrate dalla guardia di finanza assieme a 54 postazioni telematiche, 6 web tv, 7 videogiochi non autorizzati o clonati, e diverse apparecchiature informatiche. Nell’operazione sono state denunciate anche 10 persone.

In particolare, in un locale di viale Michelangelo sono state scoperte 6 postazioni che consentivano la raccolta di gioco on line a distanza su un sito internet di un operatore estero non autorizzato, e tre apparecchi da gioco su cui sono state individuate altrettante schede clonate, per impedire che il collegamento con il sistema informatico dei Monopoli. Nello stesso esercizio è stata riscontrata anche la manomissione del contatore Enel, che in tal modo occultava circa l'80% del consumo. I due gestori sono stati denunciati.

Altri quattro videogame illegali sono stati sequestrati in un locale di Isola delle femmine, mentre un centro scommesse abusivo è stato individuato all'interno di un internet point in via dell'Orologio, sprovvisto anche di licenza di pubblica sicurezza. Qui erano attive 13 postazioni telematiche connesse a un apparecchio tipo "totem" per scommesse sulle corse virtuali dei cani, e sono stati sequestrati anche 3 televisori a schermo piatto per la proiezione delle corse, 22 ricevute di puntate, 170 euro in contanti, 3 stampanti per il rilascio di ricevute delle scommesse.

Un altro centro scommesse completamente abusivo è stato scoperto in un internet point di via Caduti sul lavoro, a Tommaso Natale, dove operavano 11 postazioni sempre per scommesse su corse di cani, 3 web tv per la connessione con siti internet esteri non autorizzati, un apparecchio da gioco non collegato al rete dei Monopoli. A Termini Imerese è stato denunciato il titolare di una rivendita di giornali che svolgeva abusivamente l'attività d'intermediazione delle scommesse, consentendo alla clientela di effettuare puntate utilizzando conti di gioco intestati ad altri soggetti. Infine, in tre distinti interventi a Capaci e Carini, sono stati sequestrati 23 computer utilizzati per il collegamento ai siti gestiti da bookmaker esteri non autorizzati e 13 stampanti utilizzate per il rilascio delle puntate.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz contro le scommesse illegali: sequestrate 3 sale, 10 denunciati

PalermoToday è in caricamento