Sequestrata tigre al circo Sandra Orfei: "Ha il microchip di un altro animale già morto"

L'indagine dei carabinieri forestali servirà a chiarire cosa ci sia dietro questa anomalia. Si tratta di un errore risalente al momento in cui è stato impiantato il microchip oppure è stato utilizzato un altro circuito per coprire la reale provenienza dell'animale?

La foto di una tigre tratta dalla pagina Facebook del circo Sandra Orfei

Sequestrata una tigre al circo Sandra Orfei. I carabinieri forestali sono intervenuti questa mattina fra i tendoni allestiti vicino al centro commerciale Forum per verificare un’anomalia su un microchip impiantato sotto pelle al feroce (ma ammaestrato) felino. L’animale è stato affidato al personale del circo ma nei prossimi giorni è atteso l’intervento di una società specializzata che lo porterà in un centro in Emilia Romagna.

Il passaggio del lettore elettronico ha evidenziato che il microchip individuato apparterrebbe a un’altra tigre deceduta tre anni fa. Due le ipotesi al momento: che qualcuno abbia fatto confusione nel momento in cui è stato impiantato o che il microchip dell’animale deceduto sia stato riutilizzato su un altro felino di provenienza ignota. Saranno le ulteriori indagini dei militari a chiarire se sia stato commesso un errore in buona fede o meno.

Al termine delle operazioni eseguite queta mattina è stato denunciato il gestore del circo, il 44enne C.V., per l'irregolarità relativa all'esemplare di panthera tigris femmina di nome Simba. All'uomo, fanno sapere dal comando provinciale dei carabinieri, è stato contestato l'illecito amministrativo riguardante l'omessa comunicazione di avvenuto decesso di animali sanzionato con una multa da 10 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

Torna su
PalermoToday è in caricamento