Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Palermo più sicura: videosorveglianza nelle scuole e quartieri a rischio

E' quanto previsto da un progetto studiato dall'Amministrazione, in collaborazione con Fastweb. L'annuncio è stato dato dal sindaco, Leoluca Orlando. Il sistema sarà realizzato con fondi europei e comunali e riguarderà Vucciria, Zen e 160 istituti cittadini

Sarà una città più sicura. Dopo gli ultimi episodi di microcriminalità, Palermo corre ai ripari. E il Comune battezza così un nuovo sistema di videosorveglianza che garantirà maggiore sicurezza nei quartieri a rischio e nel centro storico e che eviterà gli atti di vandalismo nelle scuole. E' quanto previsto da un progetto studiato dall'Amministrazione, in collaborazione con Fastweb.

L'annuncio è stato dato dal sindaco, Leoluca Orlando, nel corso di una conferenza stampa convocata per illustrare i dettagli del progetto che ha portato 14 punti Wi-fi liberi a Palermo. Il sistema di videosorveglianza sarà realizzato con fondi europei e comunali e riguarderà la zona della Vucciria, lo storico mercato che di notte diventa meta preferita dai giovani per la movida. Qui il progetto dovrebbe partire entro fine mese. Nel 2015 toccherà alle 160 scuole della città e al quartiere Zen.

Fastweb, che ha già completato la rete di videosorveglianza nell’Isola pedonale San Domenico e alla “Vucciria”, prevede nel corso del 2015 anche il completamento della piattaforma per la videosorveglianza allo Zen che verrà integrato a sua volta nella rete wi-fi del Comune. A conclusione dei lavori le piattaforme saranno dotate, in via sperimentale, di un software in grado di codificare le immagini e di riconoscere situazioni di potenziale pericolo per l’invio delle segnalazioni alle forze dell’ordine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo più sicura: videosorveglianza nelle scuole e quartieri a rischio

PalermoToday è in caricamento