Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

L'anno scolastico inizia nel caos Chiuse 34 materne, 800 bimbi a casa

Il Comune non può assumere personale per il blocco imposto dal governo nazionale. Disagi per le famiglie. Intanto i precari occupano il provveditorato regionale in via Fattori

L'anno scolastico parte nel caos più totale. Cancelli chiusi e banchi vuoti in 34 materne comunali. La campanella non è suonata per 800 bambini che hanno lasciato gli zaini nell'armadio e sono rimasti a casa. Il Comune non può assumere personale per il blocco voluto dal governo di Roma e gli effetti oltre che sui lavoratori si ripercuotono sulle famiglie costrette a tenere con loro i figli che dovrebbero andare a scuola. Un disagio di cui si è parlato stamattina durante la trasmissione radiofonica Ditelo a Rgs.

Docenti e collaboratori scolastici precari, intanto, continuano a protestare e stamattina hanno occupato il terzo piano dell'ufficio scolastico regionale di via Fattori, a San Lorenzo. I precari attaccano il ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, e denunciano che per la prima volta "gli incarichi di sostegno saranno assegnati dopo il via dell'anno scolastico. La prima convocazione è fissata per il 19 per le scuole medie, ne è prevista un'altra il 28. Questo significa che solo dopo il primo ottobre questo personale prenderà servizio". E nei giorni scorsi, il comitato dei precari ha inviato una lettera al ministero  per chiedere negli istituti del Palermitano di 650 posti in deroga per il personale docente e Ata. "La risposta - dicono i precari - è stata solo di 150 posti per tutta la Sicilia è chiaro che così si compromette il regolare svolgimento delle lezioni".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'anno scolastico inizia nel caos Chiuse 34 materne, 800 bimbi a casa

PalermoToday è in caricamento