Coronavirus, c'è l'ufficialità del ministro: lezioni sospese fino al 15 marzo

La decisione è stata confermata dal ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina insieme al presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa da Palazzo Chigi dopo l'ok del comitato scientifico. Il Codacons: "Misure a favore delle famiglie"

Scuola chiusa - foto Ansa

Università e scuole senza studenti fino al 15 marzo. Dopo il tira e molla di qualche ora fa ora la decisione è stata confermata dal ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina insieme al presidente del Consiglio Giuseppe Conte alle 18 in conferenza stampa da Palazzo Chigi.  Per far fronte all'emergenza Coronavirus anche a Palermo e provincia saranno dunque sospese le lezioni nelle scuole e negli atenei (nella Penisola gli istituti saranno chiusi anche al personale amministrativo soltanto nelle zone rosse).

La decisione del Governo, dopo una riunione a Palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte e i ministri, è stata ufficializzata dopo il via libera del comitato scientifico. Ovviamente il tema è il rallentamento del contagio anche al Sud del Paese, dove i casi finora riscontrati sono minori che al Nord, per rafforzare le terapie intensive aumentando i posti. "La priorità è la salute pubblica", dice il presidente dell’associazione nazionale Presidi Antonello Giannelli. Mantre il Codacons chiede al governo "di varare subito misure a sostegno delle famiglie con figli, come sgravi fiscali e la sospensione degli obblighi contributivi per chi sarà costretto a ricorrere a baby sitter durante il periodo di chiusura delle scuole".

"Ci stiamo muovendo con la massima celerità e determinazione a tutela dei lavoratori pubblici e privati. E' in fase di definizione una norma che prevede la possibilità per uno dei genitori, in caso di chiusura delle scuole, di assentarsi dal lavoro per accudire i figli minorenni. Ne ho già parlato con il Ministro Gualtieri e gli altri Ministri competenti: faremo tutto quello che è necessario per ridurre al massimo i disagi". Così il viceministro all'Economia Laura Castelli dopo la decisione di chiudere le scuole per l'emergenza Coronavirus. 

Per le lezioni si dovrà procedere con l'attivazione e l'implementazione della didattica online a distanza, meccanismi utili a salvare l'anno scolastico anche con questa sospensione temporanea. E a questo sta lavorando sempre il ministro dell'Istruzione. Sul tavolo, a Palazzo Chigi, anche misure più stringenti di sanità pubblica. Nel corso della riunione si è discusso anche delle misure economiche per fronteggiare i contraccolpi della Covid-19.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento